Leonardo.it


06 Aprile 2010 - Conferenza
"Basilicata Coast To Coast"
Intervista al regista e al cast.
di Federico Raponi

Ad accompagnare la proiezione del film "Basilicata coast to coast" a Roma c'erano il regista/attore Rocco Papaleo con gli interpreti Alessandro Gassman, Paolo Briguglia, Max Gazzè, Giovanna Mezzogiorno, Chiara Potenza.


Come è partito il progetto e come è avvenuta la scelta del cast?
Rocco Papaleo: Intanto è un'emozione essere qui, per un 50enne arrivato a scrivere e dirigere un film. Da tempo Elisabetta Olmi mi trapanava un orecchio e Giovanna Mezzogiorno l'altro con l'idea di farlo. Elisabetta poi mi ha presentato Isabella Cocuzza e Arturo Paglia (i produttori, ndr), e io ho lavorato alla sceneggiatura insieme a Valter Lupo, con cui scrivo teatro-canzoni che porto in giro da 20 anni nei buchi romani. Spinto dalle insistenze, mi sono trovato di fronte a problematiche grosse, diverse dall'affittare una saletta a 30-40 euro, ho trovato un "feedback" con la Eagle Pictures (che coproduce, ndr) e siamo arrivati qui.
Giovanna Mezzogiorno: Con Rocco siamo amici da 12 anni, quando partecipammo insieme a "Del Perduto amore" di Michele Placido. Fu una lavorazione durissima, e lui è stato molto importante, una presenza che mi ha sostenuto. Nel cinema in genere poi ci si perde, ma noi siamo rimasti legati, quando ero a Roma lo chiamavo. Anni fa mi aveva fatto leggere un raccontino, e io ho cominciato col "trapanamento", che è la mia specialità. Sono felice che abbia deciso di buttarsi, sono contenta di esserci stata nel momento del germogliare del progetto e poi c'è stato un grande affiatamanto.
Alessandro Gassman: Sono stato l'ultimo ad entrare nel progetto, Rocco mi aveva fatto leggere la sceneggiatura. Avevamo lavorato insieme ne "La Bomba", eravamo diventati amici e ci siamo reincontrati a Roma, dove abitavamo vicini e finivamo a cantare con Lupo. E' un film anomalo, libero, e questa è la sensazione che si aveva quando giravamo. Mi ha tolto molti pudori, come nel cantare, grazie alla piena fiducia e alla buona sceneggiatura, ed è stato occasione per fare un viaggio con amici e persone che si stimano.
Paolo Briguglia: La partecipazione è nata da due passioni comuni. Io cantavo e strimpellavo fin da piccolo, e sarò grato per sempre a Rocco per avermi coinvolto. E poi mi piace camminare con ritmi umani, per cui ho voluto far parte di questo respiro collettivo. Rocco mi aveva già portato a suoi concerti in Basilicata, una volta mi ha fatto improvvisare su Johnny Cash e molto di questo spirito è entrato nel mio personaggio. Nel Sud ci sono talento e creatività non espresse, per colpa di stanchezza e strutture lente.
Max Gazzè: Con Rocco ci conosciamo da 20 anni, e tra noi c'è una grande sintonia. Mi ha chiamato durante le ricerche delle location parlandomi del mio personaggio, e io non ho neanche letto la sceneggiatura dicendo subito sì. La musica al posto delle parole è una forma di espressività archetipica, il ruolo che ho interpretato ha una poetica straordinaria e sul set umanamente mi sono trovato benissimo. Personalmente è un'esperienza che mi ha dato molto, e anche il modo di riflettere sul vivere le cose col cuore e non con la testa.
Chiara Potenza: Rocco mi aveva visto a teatro, mi raccontò del progetto e poi all'improvviso, mesi dopo, mi hanno chiamata per il provino.
Rocco Papaleo: Michela Andreozzi la conosco da anni, mi aveva folgorato a teatro.

Difficoltà nel trasporre il teatro-canzone nel cinema?
Rocco Papaleo: Intanto le difficoltà tecniche di riprendere ciò che si suona. Siamo andati avanti con garibaldinismo, fidandoci dell'interpretare una canzone sola secca, senza altri ciak. Poi, a differenza del teatro, se piove non puoi girare e inoltre non puoi puntare sull'evocazione, per cui dovevamo creare immagini in una sorta di "videoclippismo". Siamo stati fortunati, perchè giravamo cose senza senso e abbiamo creato un linguaggio musicale.

Perchè nel film era stata cacciata dal quotidiano "il Mattino"?
Giovanna Mezzogiorno: Il mio personaggio era disinteressato e molto annoiato, con la tenerezza di chi non ha fatto e concluso nulla. Nella vita ci sono momenti che vengono risolti da avvenimenti e incontri, e questo era il mio caso. L'allontanamento dal giornale era un elemento che ci ha divertito, ma era un pretesto.

Un Sud che è sia rimasto indietro che modernizzato, dal ruolo della donna all'energia, con pale eoliche e pannelli solari...
Rocco Papaleo: La questione meridionale per me è molto importante, un fardello e una passione. La Basilicata del film è un non-luogo, non è da documentari ma un po' quella nella mia testa di ragazzo, perchè fino a 18 anni sono rimasto lì e ricordo le messe beat che poi spiegano la radice "Easy rider". C'è quindi un'idea delle pulsioni dei '70, capaci di sogni velleitari ma necessari, altrimenti non faresti nulla. E' un Sud prefigurato e conservato nell'anima, come l'immagine di mio zio che andò e tornò insieme ai suoi amici con una FIAT 600 a Parigi, dove montarono una tenda. Cosa vuol dire? Nulla e tutto.

Quello con la terra è un legame forte?
Rocco Papaleo: La mia terra è tutta la Terra, il campanilismo è un po' antipatico, il mio è un federalismo sentimentale. Mi piaceva parlare della Basilicata, ma non per dare un messaggio. Il film non l'ho ancora capito, leggerò le vostre critiche. Per me è come una creazione, una poesia, non so poi cosa evapora da essa, offre spazio all'interpretazione.
Max Gazzè: C'è un detto zen secondo il quale se vuoi sapere da dove nascono i fiori non lo sa neanche il signore dei fiori.
Rocco Papaleo: Ancora non ho imparato a girare con un blocchetto per gli appunti quando sto con Max, che è un pozzo di sintesi. Una volta ero andato a trovarlo dietro al palco prima di un suo concerto, e sul termine "swing" mi ha cominciato a parlare senza fermarsi finchè il manager l'ha trascinato via perchè doveva cominciare a suonare.

Il contributo di Rita Marcotulli?
Rocco Papaleo: E' stato un altro incontro fantastico, una conoscenza. Ero innamorato della sua musica, l'avevo vista suonare varie volte, per me era come Padre Pio per i cattolici, e - senza voler offendere - anche senza le mani bucate, la più grande pianista e jazzista italiana. Ha in mano la sintesi di tutto, sono ancora stordito per il suo contributo al film e per il nostro lavoro futuro.

La canzone "Mentre dormi" l'ha scritta proprio per il film?
Max Gazzè: Era in corso d'opera, ed ho fatto in modo che contenesse la presenza del film.

Come è riuscito a far star zitto Gazzè?
Rocco Papaleo: Solo durante i ciak.

L'omaggio a Gian Maria Volontè?
Rocco Papaleo: "Cristo si è fermato ad Eboli" è tra i capolavori di Carlo Levi, per noi lucani è un riferimento molto forte, e nel film mi piaceva l'episodio buffo del brindisi ad un certo tipo di attore.

FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Lo chiamavano Jeeg Robot | Billy il Koala - Le avventure di Blinky Bill | Miss You Already | Captain America: Civil War (V.O.) | Benvenuti… ma non troppo | Three Stars In Munich | Corpo Estraneo | Land Of Mine - Sotto La Sabbia | The Other Side of the Door | The Lobster | Quel fantastico peggior anno della mia vita | Mister Chocolat | Il viaggio di Norm | 1981: Indagine a New York | The Dressmaker - Il diavolo è tornato | Inside Out (NO 3D) | Il labirinto del silenzio | Il viaggio Di Arlo (NO 3D) | Tutto può accadere nel villaggio dei miracoli | Joy | Noah (NO 3D) | Heidi | Microbo & Gasolina (V.O.) | Assolo | Onda su onda | 45 Anni | Tony Manero | La linea sottile | Mai stati uniti | Sole alto | Oggi insieme domani anche | Batman v Superman: Dawn of Justice (NO 3D) | La foresta dei sogni | Truth - Il prezzo della verità | The Danish Girl | Un paese quasi perfetto | Il condominio dei cuori infranti | Nemiche per la pelle | Microbo & Gasolina | Il figlio di Saul | Rams - Storia di due fratelli e otto pecore | Un Ultimo Tango | Ave, Cesare! | Love and Mercy | Lo stagista inaspettato | La corrispondenza | La mossa del pinguino | Vita Cuore Battito | Appena apro gli occhi - Canto per la libertà (V.O.) | Troppo napoletano | Perfetti sconosciuti | Anomalisa | Se mi lasci non vale | Gemma Bovery | Brooklyn | Steve Jobs | Un'estate in Provenza | L'Ultimo Giorno Dello Scorpione | Stonewall | Il caso Spotlight | Astrosamantha - La donna dei record nello spazio | Sole alto (V.O.) | Room | La macchinazione | Urge | Dio esiste e vive a Bruxelles | The Danish Girl (V.O.) | Dove eravamo rimasti | Irrational Man | Prima di tutto | Il libro della giungla (1967) | Brooklyn (V.O.) | Il segreto dei suoi occhi | Al di là delle montagne | Nostalgia della luce | Il colore dell'erba | Le confessioni | Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio | Il libro della giungla (V.O.) | Anime nere | Shaun, Vita da Pecora - Il Film | Amleto | Il bambino di vetro | Il mio grosso grasso matrimonio greco 2 | Un bacio | Appena apro gli occhi - Canto per la libertà | Les Souvenirs | The Dressmaker - Il diavolo è tornato (V.O.) | Robinson Crusoe | Sotto Assedio - White House Down | Zeta | Lui è tornato | Lo Stato contro Fritz Bauer | The Hateful Eight | Leonardo da Vinci - Il genio a Milano | Whiplash | Kung Fu Panda 3 (NO 3D) | Sp1ral | Room (V.O.) | Ascensore per il patibolo | La isla mínima | Il traditore tipo (V.O.) | Zona d'ombra - Una scomoda verità | Ritorno alla vita (NO 3D) | Forse... Si Lo Voglio! | La legge del mercato | Grotto (NO 3D) | Diamante nero | Ratchet & Clank - Il film | Il nemico - Un breviario partigiano | La buona uscita | Infernet | Come Saltano I Pesci | Fuga dal pianeta terra | La memoria dell'acqua | 10 Cloverfield Lane | La corte | I ricordi del fiume | Suite Francese | Florida | Il grande quaderno | Much Loved | Fuocoammare | La coppia dei campioni | Ustica | Captain America - The Winter Soldier (NO 3D) | Forever Young | Criminal | Gods of Egypt | Francofonia - Il Louvre sotto occupazione | Truman - Un vero amico è per sempre | Loro chi? | Poesia che mi guardi | L'Universale | Nonno scatenato | Suffragette | Fiore del deserto | Captain America: Civil War (NO 3D) | Captain America: Civil War | Human (V.O.) | Codice 999 | Human | Il libro della giungla (NO 3D) | Non essere cattivo | San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D | Dio esce allo scoperto | Revenant - Redivivo | Il ministro - L'esercizio dello Stato | Carol | La foresta dei pugnali volanti | La grande scommessa | Single ma non troppo | Un momento di follia | Cattedrali Della Cultura | Veloce come il vento | Race - Il colore della vittoria | Viaggio da paura | Perfect Day | Belli di papà | Il ministro | Il libro della giungla | Nessuno mi troverà | Il traditore tipo |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.
I doppiatori italiani dei cartoni Disney: da Il Re Leone a Aladdin
Oggi abbiamo pensato di parlarvi degli attori italiani che hanno doppiato i personaggi dei più famosi film d'animazione targati Disney. Molti sono i volti [..]
In TV: "The Bourne ultimatum - Il ritorno dello sciacallo"
Oggi in TV, ritroviamo in questo sequel l'agente Bourne, che in "The Bourne Identity" del 2002, cercava di scoprire chi fosse, in "The Bourne Supremacy" del 2004 esigeva vendetta per quello che aveva subito [..]

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano 1 (it) per Io prima di te (2015), un film di Thea Sharrock con Emilia Clarke, Sam Claflin, Jenna Coleman.

Tra i nuovi video:

Speciale Oscar 2016
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: