Leonardo.it



03 Novembre 2005 - Conferenza stampa
"Crash - Contatto fisico"
Intervista al regista Paul Haggis e al produttore Aurelio De Laurentiis.
di Ilaria Ferri


"Crash" sarà nelle sale venerdì 11 novembre, è una produzione indipendente, realizzata con un budget molto basso. Uscito in America lo scorso gennaio, ha ottenuto un enorme successo, è sceneggiato e diretto da Paul Haggis, già conosciuto per aver sceneggiato "Million Dollar Baby" e aver lavorato molto per la televisione americana, ed è, con questo film, al suo debutto come regista cinematografico.

Secondo lei, ci sarebbe stata la possibilità di realizzare questo film prima dell' 11 settembre e se si, come sarebbe stato il suo lavoro?
Paul Haggis: non ho idea di come sarebbe stato, non è un viaggio intellettuale che ho voluto intraprendere, è nato un po' per caso dopo un episodio analogo a quello del film, in cui mentre tornavo a casa con mia moglie, ci hanno rubato la macchina. Allora ho cominciato a chiedermi chi fossero i due che ci avevano rapinato, come vivessero, da dove venivano e dove sarebbero andati, ho seguito questi pensieri allargandoli con riflessioni sulle persone che incroci per caso, con cui ti capita di interagire solo qualche secondo che però hanno una vita e una storia alle spalle.
Aurelio De Laurentiis: Abbiamo seguito la gestazione di "Crash" quasi dal principio. Eravamo un po' titubanti perché esisteva già il film di Cronenberg con questo titolo e si poteva creare della confusione una volta in sala, ma la sceneggiatura possente e la regia ci hanno affascinato talmente che abbiamo creduto in questo progetto da subito. Haggis ha avuto una palestra durissima: la televisione americana. Molto diversa per budget, organizzazione e qualità dalla nostra televisione. Nella televisione statunitense c'è una figura molto particolare il Producer - writer: una persona che ricopre una serie di cariche importantissime, che impara sul campo le diverse fasi di una produzione, ricoprendo tanti ruoli, dal produttore allo sceneggiatore al regista e così via, divenendo un potenziale uomo di cinema a 360 gradi. Per questo motivo non ci si accorge affatto Haggis è un esordiente per il cinema, ha esperienza da vendere!
Paul Haggis: io ringrazio tantissimo il signor De Laurentiis. Per una produzione indipendente è difficile portare a termine le riprese di un film a causa della scarsezza dei fondi, senza l'appoggio dei produttori stranieri che hanno creduto nel mio film e hanno aperto le porte del mercato europeo ora non sarei dove sono arrivato.

Contrariamente a molte sceneggiature scritte da lei e poi affidate ad altri registi, perché stavolta ha deciso di dirigere lei stesso Crash? E la struttura episodica era contemplata già nella sceneggiatura?
Paul Haggis: Si, il film è nato proprio con la struttura episodica. Per quanto riguarda ciò che ho fatto in televisione, ho sempre diretto io quello che scrivevo, mi sembrava giusto farlo anche in questo caso, soprattutto perché questa sceneggiatura è più difficile, avevo il timore che un altro regista avrebbe potuto renderla troppo melodrammatica o troppo retorica.

Cosa la diverte di più, adattare un libro per il cinema o scrivere un soggetto inedito?
Paul Haggis: Mi piace fare entrambe le cose, sono due tipologie di lavoro molto diverse, ma entrambe affascinanti!
Aurelio De Laurentiis: Haggis è un bravissimo sceneggiatore, oltre ad essere un uomo di cinema a tuttotondo , è stato talmente bravo con la sceneggiatura di Casino Royale (il nuovo film su James Bond in arrivo in Italia per il prossimo anno - ndr)! Inizialmente doveva essere divisa in tre parti e gli avevano chiesto di scriverne solo la terza, quindi portare a termine un lavoro già cominciato da altri, ma è stato talmente bravo che poi gli hanno chiesto di riscriverne la seconda e infine anche la prima! Praticamente ha scritto un film al contrario!!!
Paul Haggis: il lavoro per Casino Royale è stato diverso dal solito, mi hanno chiesto di mostrare al pubblico il perché e il come sono nati e si sono sviluppati i tratti caratteriali che contraddistinguono il nostro eroe, non sarà il tipico film su James Bond, ci sarà molta meno azione.


  

Intervista per il film "Crash - Contatto fisico".


La scheda

La recensione













I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
L'altra metà della storia | Split | L'ordine delle cose | Il libro di Henry | Amori che non sanno stare al mondo | Anime nere | Manhattan | My Generation (V.O.) | Wonder (V.O.) | La Tenerezza | Magic in the Moonlight | Due sotto il burqa | Non buttiamoci giù | Zero in condotta | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | L'uomo di neve | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Il vegetale | Mr. Ove | L'ora più buia | Suburbicon | Lasciati Andare | Grand Budapest Hotel | Assassinio sull'Orient Express | La verità negata | Tutti i soldi del mondo | Poveri ma ricchissimi | The Greatest Showman (V.O.) | Life, Animated | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | Bastille Day - Il colpo del secolo | A Ciambra | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Poesia senza fine | Il ragazzo invisibile - Seconda generazione | Kong: Skull Island (NO 3D) | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Upwelling - La risalita delle acqua profonde | Gatta Cenerentola | Gifted - Il dono del talento | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Oltre i confini del male - Insidious 2 | Suburbicon (V.O.) | La ruota delle meraviglie | Wonder | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Veleno | Napoli velata | La signora dello zoo di Varsavia | Ammore e malavita | Come un gatto in tangenziale | Benedetta Follia | Detroit | Ella & John - The Leisure Seeker | The Greatest Showman | Beata ignoranza | Corpo e anima | Un tirchio quasi perfetto | Finché c'è prosecco c'è speranza | Happy End | Il senso della bellezza | La ragazza nella nebbia | Safari | Jumanji: Benvenuti nella Giungla | Morto Stalin se ne fa un altro | Essere Gigione - L'incredibile storia di Luigi Ciaravola | Loving Vincent | Noi Siamo Tutto | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Star Wars: Gli ultimi Jedi | Alla ricerca di Van Gogh | Cuori Puri | Blade Runner 2049 | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | Ferdinand (NO 3D) | La ruota delle meraviglie (V.O.) | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | L'infanzia di un capo | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Un sacchetto di biglie | Coco (NO 3D) | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | My Generation | Il palazzo del Viceré | La fine del mondo | L'Insulto | Insidious: L'ultima chiave | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | La Convocazione | L'incredibile vita di Norman | L'uomo dai mille volti | L'ora più buia (V.O.) | 50 Primavere | The Square | The Midnight Man | Il viaggio di Fanny | Loveless | L'Atalante |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Downsizing - Vivere alla grande (2017), un film di Alexander Payne con Matt Damon, Kristen Wiig, Laura Dern.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: