Leonardo.it


19 Novembre 2005 - Conferenza Stampa
"Hollywood Flies"
Intervista a Fabio Segatori, Bianca Guaccero e Leo Pescarolo.
di Francesco Lomuscio


In occasione dell'uscita nelle sale cinematografiche della sua ultima fatica, Hollywood flies (mosche a Hollywood), il regista Fabio Segatori, accompagnato dall'attrice protagonista Bianca Guaccero e dal produttore Leo Pescarolo, ha incontrato a Roma la stampa.

Fabio, raccontaci un po' la storia di questa tua seconda regia.
Fabio Segatori: Beh, è stata un'esperienza molto interessante, un'esperienza di lavoro all'estero realizzata secondo i canoni di lavoro più nordamericani che nordeuropei. Un'esperienza difficile, ma esaltante, ho lavorato con una troupe di 89 persone e molte macchine da presa; il film è stato girato in inglese, poi doppiato in italiano, in Canada ed in parte negli Stati Uniti, ma abbiamo cercato di creare una certa continuità, per esempio per quanto riguarda la luce, al fine di far credere che fosse sempre la California. Sono molto contento perché il film è uscito negli Stati Uniti giorni fa, ed un mio amico che si trova lì mi ha chiamato per dirmi: 'E' fantastico Fabio, il dvd del tuo film è in tutti i Blockbuster!'".

Come è andato il film negli Stati Uniti?
Fabio Segatori: Posso dirti che qualche mese fa il film è stato venduto in quattordici paesi e negli Stati Uniti è stato stampato in centinaia di migliaia di copie. E' un esperimento per cercare di fare un cinema italiano diverso dal solito; in America, i nostri registi di genere sono conosciutissimi, lo sceneggiatore con cui ho scritto il mio prossimo film li conosce tutti. Hollywood flies l'ho scritto insieme ad Aldo Lado, nostro vecchio regista, un uomo di cinema con cui è un vero piacere lavorare.

Effettivamente, Hollywood flies ricorda certi prodotti di genere degli Anni Ottanta, come, ad esempio, i film di Fabrizio De Angelis. Ti sei ispirato a qualcuno in particolare?
Fabio Segatori: Io negli Anni Ottanta ero tutto Herzog e Tarkovsky, quindi, se ci sono riferimenti ai film che citi, sono del tutto involontari. Diciamo che ho pensato al cinema di genere classico ed al mio maestro Jan de Bont, poi, nel 2001, ho fatto anche un master con Tsui Hark.

Cosa ci dici dell'attore protagonista Antonio Cupo?
Fabio Segatori: Volevo un bel ragazzo, ma non il tipico bello e viscido che ora va' tanto di moda in tv. A Los Angeles ho trovato Antonio Cupo che, poveraccio, se la passava male, in quanto vivevano in tre in una stanza. Sono contento che poi sia stato scelto per fare anche altre cose, tra cui Elisa di Rivombrosa.

E tu Bianca, cosa ci dici di questa esperienza?
Bianca Guaccero: Beh, per me è stata un'altra prima volta, la prima volta in America, in quanto Fabio, oltre a farmi esordire con Terra bruciata, mi ha dato la possibilità di girare un film nella terra che amo, non solo per il cinema, ma anche per il posto stesso.
Fabio Segatori: Bianca è molto bella ed ha talento, cosa che non è molto comune. Ho fatto qui in Italia 800 provini, posso dire di averli fatti ad una generazione di attori, e vi dico, purtroppo, che la gran parte degli attori che si presentano ai provini sono persone che ci provano e che non sono attori. Io sono italiano e difendo gli italiani, però il livello degli attori che si presentano in Canada e negli Stati Uniti è molto più elevato. In questo la televisione alimenta il falso sogno che basta avere bei bicipiti o labbra e seno ben rifatti per poter essere chiamati attori o attrici; è l'esempio sbagliato che si dà ai giovani , con la storia delle veline, del diventare amanti dei calciatori e delle raccomandazioni del politico. Tutto ciò non è vero, io credo nei curriculum e nelle capacità.

Qualche racconto dal set? Ad esempio, Brad Renfro come si comportava?
Bianca Guaccero: Devo dire che Brad con me è stato sempre carino: una volta è venuto in camera ed ha cominciato a suonare la chitarra con il lecca lecca, cantando una canzone sulla madre, ex alcolista. La cosa ci faceva commuovere.

Quanto è costato il film?
Leo Pescarolo: Abbiamo utilizzato un budget di 5.700000 euro.
Fabio Segatori: Ed è stato girato in 37 giorni.

Signor Pescarolo, cosa l'ha spinta a produrre un film di questo tipo, che una volta tanto ci porta finalmente fuori dalle case di Un medico in famiglia o comunque dalle due camere e cucina in cui si è rinchiuso il cinema italiano?
Leo Pescarolo: Non so se lei conosce la storia di Movieweb, la mia società: noi abbiamo avuto una storia burrascosa, in quanto abbiamo prodotto i primi quattro film di Rita Rusic che sono stati una catastrofe e ci hanno fatto perdere circa 20 milioni di euro, quindi, visto che parliamo d'industria cinematografica, l'unica cosa da fare era affrontare industrialmente la cosa e confezionare dei prodotti che avessero un mercato non solo italiano, ma anche estero. Hollywood flies è la mia prima esperienza di questo tipo, ma già ne sto portando avanti altre, e, comunque, l'ho detto a Berlino e lo ripeto qua, per una produzione italiana fare dei grossi investimenti significa solamente poter girare in inglese ed andare sul mercato estero, non ci sono altre soluzioni, questa è la mia opinione.

Fabio, a cosa vuoi arrivare in futuro?
Fabio Segatori: Onestamente non mi muovo in modo programmatico, le cose nascono di progetto in progetto. Ti posso soltanto dire che il mio prossimo lavoro sarà più spettacolare e più cruento, s'intitolerà Radici scure e sarà un incubo al femminile sulla gravidanza. Diciamo che sto cercando di mettere insieme Rosemary's baby e Un tranquillo week-end di paura; ovviamente ciò è volto anche ad attirare l'attenzione degli americani ed ora sto aspettando proprio la risposta di un noto attore americano, ma, per scaramanzia, non vi dico chi.

E tu Bianca?
Bianca Guaccero: Beh, ora sto girando la fiction Capri, dove sarò la cattivona (ride)!

FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Neruda | Cuori Puri | La Tenerezza | Tutto quello che vuoi | Wonder Woman | Sully | La mummia (NO 3D) | Insospettabili Sospetti | Il fascino dell'impossibile | Nebbia in agosto | Free to run | Guardiani della Galassia Vol. 2 (NO 3D) | La bella e la bestia (NO 3D) | Moonlight | I figli della notte | Il crimine non va in pensione | Tanna | Quello che so di lei | Maria per Roma | Wonder Woman (NO 3D) | Saint Amour | Captain Fantastic | Figli della libertà | Il diritto di contare | Chi salverà le rose? | 2night | Richard - Missione Africa | La vendetta di un uomo tranquillo | Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar (NO 3D) | Manhattan | Lasciati Andare | Baby Boss (NO 3D) | Indivisibili | Orecchie | La grande scommessa | Il Viaggio - The Journey | Metro Manila | Doraemon Il Film - Nobita e la nascita del Giappone | Libere, disobbedienti, innamorate - In Between | Il cliente | Transformers - L'ultimo cavaliere (NO 3D) | Parigi può attendere | Fortunata | L'ora legale | Parliamo delle mie donne | Io, Daniel Blake | Sole, cuore, amore | La notte che mia madre ammazzò mio padre | Fai bei sogni | Loving | Lady Macbeth | Aquarius | Transformers - L'ultimo cavaliere | Split | Nocedicocco - Il piccolo drago | Alps | Qua la zampa! | Aspettando il Re | PIIGS - Ovvero come imparai a preoccuparmi e a combattere l’austerity | Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse | Per un Figlio | La mummia (V.O.) | Un appuntamento per la sposa | Dopo l'amore | Baby Boss | Una Vita, Une vie | King Arthur: Il potere della spada (NO 3D) | Collateral Beauty | Oceania (NO 3D) | Arrival | Baywatch | Il sapore del successo | La mummia | Civiltà perduta | The Dinner | 150 milligrammi | Sieranevada | Quando un padre | Sognare è Vivere | Io Danzerò | Wonder Woman (V.O.) | Sicilian Ghost Story | I puffi: Viaggio nella foresta segreta (NO 3D) | Transformers - L'ultimo cavaliere (V.O.) | My Italy | The Circle | Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar | I Peggiori | A United Kingdom - L'amore che ha cambiato la storia | Una doppia verità | Bleed - Più forte del destino | Girotondo | La La Land | Virgin Mountain | Nerve | Ritratto di Famiglia con Tempesta | Robert Doisneau - La lente delle meraviglie | La marcia dei pinguini - Il richiamo | Blair Witch | The Habit of Beauty | 47 Metri | Scappa - Get Out | Alien: Covenant | Qualcosa di troppo | Due uomini, quattro donne e una mucca depressa |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Crazy night - festa col morto (2017), un film di Lucia Aniello con Scarlett Johansson, Kate McKinnon, Demi Moore.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: