Leonardo.it


61°edizione del Festival di Locarno 2008


Locarno 2008: vincono diversità e impertinenza.

Cala il sipario sulla 61°edizione del Festival di Locarno 2008, "un capitale sicuro" per la Svizzera, come l'ha definito il Presidente Marco Solari e che ha visto anche quest'anno presenze record di pellicole e spettatori.
La splendida e suggestiva Piazza Grande ha fatto ancora da sfondo per una kermesse che rivendica la sua indipendenza, e che col passare degli anni sa farsi apprezzare e seguire sempre di più.
Più che una semplice rassegna cinematografica, Locarno è diventato negli anni crocevia di stili e culture, terreno fertile per nuove "voci" e talenti nascosti.
Ecco che quindi il premio più ambito, il Pardo d'Oro di Miglior Film, viene attribuito, neanche tanto a sorpresa, alla pellicola messicana "Parque Vía" dell'esordiente Enrique Rivero.
La giuria, presieduta quest'anno da registi come Paolo Sorrentino e Masahiro Kobayashi (vincitore del Pardo per la miglior opera, proprio l'anno scorso con "The Rebirth") sono rimasti incantati di fronte alla semplicità narrativa del regista di "Madrid".
Il ritratto del Messico di oggi, diviso tra ricchi e poveri, che si intrecciano al divario tra bianchi e "indios", visto attraverso lo sguardo di un individuo, e dunque di un popolo intero, ha commosso tutti.
Una pellicola coraggiosa, che combina meravigliosi tagli documentaristici alle finzioni di scena, ma che non perde mai di vista il vero, sentito messaggio di "denuncia" nei confronti di una società, sempre più ai margini.
Temi importanti come detto e che ritroviamo anche nell'altra "sorpresa" di quest'anno, "Mar Nero".
Federico Bondi, anch'esso al battesimo del lungometraggio, riesce a raccontare una storia tutta al femminile, fatta di solidarietà e di complicità.
Le differenze di ceto, cultura, vita, qui invece si fanno largo, per dare spazio a sentimenti genuini di condivisione e di incontro, tra una signora fiorentina e una badante romena.
Ecco che il Premio per la miglior interprete femminile, assegnato proprio a Ilaria Occhini, per il film del regista toscano, non sorprende affatto, ma è anzi meritatissimo.
La pellicola vince anche altri due riconoscimenti importanti, il terzo premio della Giuria dei Giovani e il Premio della Giuria Ecumenica.



La diversità, ben rappresentata, anche dal "folle" viaggio di Giovanni Piperno e di Cimap, va a contrapporsi all'altro fill rouge di questa edizione, l'impertinenza.
Dal "soffocamento" (Soffocare - Choke) di Clark Gregg, tratto dal romanzo dell'autore cult Chuck Palahniuk, fino alla monumentale retrospettiva di Nanni Moretti, che Locarno gli ha dedicato, e che nei giorni finali del festival lo ha visto essere meno "autarchico", ma più ficcante che mai, sono alcuni degli esempi più lampanti e significativi.

Ma c'è da segnalare il grande ritorno del cinema polacco al festival, come non accadeva dai tempi di Janusz Zaorski, con il Premio Speciale della Giuria a 33 Scenes from Life di Malgoska Szumowska, che nel tracciare inquietudini e solitudini dovute a un lutto, riesce a farsi apprezzare per lucidità e grande forza di racconto.
Premio per la Miglior Regia è andato invece al regista franco-canadese Denis Côté per "Elle Veut le Chaos", abile esplorazione di personaggi in bilico, sospesi in vortici di fragilità e improvvisi disagi.
Pardo per la Miglior interpretazione maschile va a Tayanç Ayaydin per il film "The Market - A Tale of Trade" del regista Ben Hopkins, favola moderna turca, piena di humour e poesia.
Menzioni speciali, infine, per "Feast of Villains" del regista cinese Pan Jianlin e per "Daytime Drinking" del sudcoreano Noh Young - Seok.
Chiudono il palmarès il Pardo d'Oro nella sezione Cineasti del Presente, andato alla pellicola svizzera "La Forteresse" di Fernand Melgard, la miglior Opera Prima, attribuita all'austriaco März di Händl Klaus, il Pardino d'Oro nella sezione Pardi di Domani, vinto dal brasiliano "Des Elefantes" di Eva Randolph e il Premio del Pubblico assegnato a "Son of Ranbow" del regista Garth Jennings.
La delusione per la mancata presenza di Anjelica Huston, attesa per ritirare l'Excellent Award di quest'anno, si è presto placata, grazie al già annunciato Pardo d'Onore per il regista israeliano Amos Gitai, che a Locarno ha deliziato il concorso con il suo ultimo lavoro (adattamento cinematografico del romanzo autobiografico di Jérome Clément, Presidente del canale tv Arte), "Plus Tard tu comprendas".

L'Italia, oltre al riconoscimento per "Mar Nero", raccoglie applausi sinceri per Alessandro Baricco e la sua "Lezione 21", che sinceramente avrebbe meritato il Concorso Internazionale, ma soprattutto alla sezione Ici&Aiileurs, con i documentari di Gabriele Salvatores (Petites Historias das Crianças) sul Progetto di Inter Campus (scuole calcio sparse per tutto il mondo per ragazzi in difficoltà) e al già nominato Cimap, cui si aggiungono i lavori di Silvio Soldini (Quattro giorni con Vivian) e di Gianfranco Pannone che con il suo Sol dell'Avvenire, primo film italiano ad indagare le radici ideologiche e politiche del terrorismo di estrema sinistra, non ha fatto mancare inevitabili polemiche.

Ora il Pardo va in vacanza, ma l'eco della Piazza è ancora Grande.


Andrea Giordano

FilmUP

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
It | Tiro libero | Tutto quello che vuoi | Quello che so di lei | Il Viaggio - The Journey | Blade Runner 2049 (V.O.) | Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull'amore | Un paese quasi perfetto | La Villa | 2 biglietti della lotteria | Sicilian Ghost Story | Paulette | L'uomo dai mille volti | Il palazzo del Viceré | La vendetta di un uomo tranquillo | La vita in comune | Dunkirk | Blade Runner 2049 (NO 3D) | Agnus Dei | L'equilibrio | Alamar | Fortunata | Un appuntamento per la sposa | Koudelka fotografa la Terra Santa | Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse | Lasciati Andare | Blow-up | Eraserhead - La mente che cancella | Libere, disobbedienti, innamorate - In Between | Gabo - Il mondo di Garcia Marquez | Tra cinque minuti in scena | Il diritto di contare | L'uomo di neve (V.O.) | On the Milky Road - Sulla Via Lattea | Walk with Me | LEGO Batman Il Film | Il segreto | Silence | L'uomo di neve | La battaglia dei sessi | Babylon Sisters | Una famiglia | Kingsman - Il cerchio d'oro (NO 3D) | Parigi può attendere | Easy - Un viaggio facile facile | Blade Runner - The Final Cut | Ammore e malavita | Chi m'ha visto | L'incredibile vita di Norman | L'ordine delle cose | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Anime nere | Aeffetto Domino | Manchester by the Sea | Safari (V.O.) | Home | Nico, 1988 | Civiltà perduta | San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D | Jukai - La foresta dei suicidi | Made in China Napoletano | The Teacher | Lion - La strada verso casa | Il colore nascosto delle cose | Madre! | Emoji - Accendi le Emozioni (NO 3D) | Dove non ho mai abitato | Lego Ninjago Il Film | Il contagio - The Contagion | Alibi.com | Mister Felicità | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Una doppia verità | 40 sono i nuovi 20 | Una Vita, Une vie | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | La fratellanza | La Tenerezza | Michelangelo - Amore e Morte | Sole, cuore, amore | Un profilo per due | L'altra metà della storia | Le cose che verranno - L'avenir | Amore e inganni | Barry Seal - Una storia americana | La storia dell'amore | 120 battiti al minuto | Appuntamento al parco | Moglie e marito | Lego Ninjago Il Film (NO 3D) | L'inganno | A Ciambra | Mal di pietre | Cars 3 (NO 3D) | Kong: Skull Island (NO 3D) | On air - Storia di un successo | Aspettando il Re | Adorabile nemica | Gatta Cenerentola | Io Danzerò | Nove lune e mezza | Sognare è Vivere | Blade Runner 2049 | Ombre della Sera | Emoji - Accendi le Emozioni | It (V.O.) | Ascensore per il patibolo | Come ti ammazzo il bodyguard | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Noi Siamo Tutto | Veleno | ...E ora parliamo di Kevin | Lady Macbeth | Renegades - Commando d'assalto | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Nocedicocco - Il piccolo drago | L'intrusa |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Un ferragosto all'italiana (2017), un film di Christian Canderan con Alessio Gambon, Vito Zucchi, Lucia Messina.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: