01 febbraio 2005 - Conferenza stampa
"Ma quando arrivano le ragazze?"
Intervista a Pupi Avati, e al cast
di Ilaria Ferri


Oggi 1 febbraio dopo la Proiezione del film "Ma quando arrivano le ragazze?" c'è stata la conferenza stampa alla quale ha partecipato tutto il cast al completo, fatta eccezione per Johnny Dorelli.

Pupi Avati ha esordito con una breve introduzione durante la quale ha spiegato che ha voluto dare voce, con questo film, a chi soccombe di fronte al talento e la fortuna altrui. Perché per quanto si possa inseguire caparbiamente un obiettivo, studiando e impegnandosi, soprattutto nell'arte, non si potrà mai competere con il talento naturale, che di solito è casuale, ovvero non è dove lo si vorrebbe ma dove meno lo si aspetta. In "Ma quando arrivano le ragazze?" il talento è trattato diversamente rispetto a "Noi tre" perché li il talento di Mozart li, era visto in maniera negativa, come un qualcosa che allontana dalla normalità e non permette una vita serena. Il regista ha continuato dicendo che in ognuno c'è un talento, bisogna solo "cercarsi", come ha fatto lui, infatti questo film è fortemente autobiografico: anche lui da ragazzo intraprese la carriera jazzistica con scarsissimi risultati, e cercò altrove la sua strada.
In questo film ha riversato la delusione e l'amarezza di vedersi superato in bravura anche da cari amici, ha visto vanificare tanti anni di studio e ha dovuto rinunciare alla sua passione, proprio per questo ha rincorso i fatti reali, accaduti tanto tempo fa, senza spettacolarizzazioni e abbandonandosi con malinconia, ma anche con gioia, ai ricordi del periodo in cui "arrivano le ragazze".

Alla domanda "Perché il protagonista non si accontenta dell'amore?" Avati ha spiegato la complessità del rapporto tra Gianca e Francesca, poiché lui è ossessionato dal fatto che Francesca possa non aver dimenticato Nick,ormai lontano, riporta il passato e l'assente nella loro quotidianità, questo perché convinto, come tutti gli uomini (asserisce il regista), che le donne non chiudano mai definitivamente le loro storie d'amore. Ma Avati fa delle considerazioni sull'amore e il rapporto di coppia quando dice che Gianca non può accontentarsi dell'amore della moglie perché lei non glielo garantisce, non glielo da per scontato e questo è anche il motivo per cui il legame tra i due sarà duraturo, proprio perché secondo il cineasta bolognese questo è il segreto di unioni durature.

Il regista si è poi dilungato sui perchè dell'uso delle stelle comete per scandire il tempo, e ne ha spiegato i vari significati: le stelle comete sono state per lui sempre legate alle ragazze, come immagine luminosa e come struggimento che comportano guardandole, ma sono servite inoltre a universalizzare i temi trattati nel particolare, ovvero temi immortali che anche se vissuti da lui negli anni '50 risultano attualissimi anche oggi.

Infine è stato chiesto al regista come mai avesse scelto Johnny Dorelli per la parte del padre di Gianca, i motivi, si è scoperto, sono parecchi: prima di tutto perché la figura paterna è importantissima per Pupi Avati, avendo perso il padre da ragazzino ne ha sempre sofferto la mancanza, e cercava un attore che la potesse incarnare degnamente, chi meglio di Dorelli che l'ha aiutato in momenti difficili della sua vita? In più l'attore/cantante rivedeva nel suo ruolo, la figura del padre stesso, che lo spinse a cantare da ragazzo.

Successivamente è stata lasciata la parola agli attori, che hanno dimostrato un sincero affetto per Avati e un grande rispetto, per come li ha aiutati a lavorare sui personaggi, per il suo ruolo anche di sceneggiatore e per la sua severità sul set. Un cast davvero affiatato, che ha divertito la platea con simpatici aneddoti e battute, oltre a raccontare le lunghe sedute con musicisti veri per imparare la mimica e gli atteggiamenti.

  

Intervista a Pupi Avati, e al cast per "Ma quando arrivano le ragazze?".


Pupi Avati:

Filmografia

I film:

Ma quando arrivano le ragazze?

La rivincita di Natale

Il cuore altrove













I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Una storia senza nome | Piazza Vittorio | Sposami, stupido! | La Settima Musa | Ocean's 8 | New York Academy - Freedance | Everest (NO 3D) | 77 Giorni | Papillon | Le Fidèle | La ragazza dei tulipani | Un Affare di Famiglia | Il tuo ex non muore mai | Loro 1 | Mamma mia! Ci risiamo (V.O.) | Revenge | Un figlio all'improvviso | L'affido - Una storia di violenza | The Lone Ranger (NO 3D) | Toro scatenato | Il sacrificio del cervo sacro | Mission Impossible: Fallout | Io, Claude Monet | La melodie | Teen Titans Go! Il film | Escape Plan 2 - Ritorno all'inferno | L'isola dei cani (V.O.) | Hotel Gagarin | Mary Shelley - Un amore immortale | Ride | 1945 (V.O.) | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Si muore tutti democristiani | Quello che so di lei | Il Tuttofare | Estate 1993 | Mission Impossible: Fallout (NO 3D) | Tonya | Gli Incredibili 2 | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | La terra dell'abbastanza | New York Academy | The Equalizer 2 - Senza perdono | Lucky (V.O.) | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (V.O.) | Stronger - Io sono più forte | Transfert | Visages villages | Sarà un Paese | Walk with Me | Tito e gli Alieni | La terra buona | Ant-Man and the Wasp (NO 3D) | Dogman | La noche de 12 años | Le Fidèle (V.O.) | Toro scatenato (V.O.) | Sulla mia pelle | Il maestro di violino | Ippocrate | Resta con me | Lucky | Un marito a metà | Beate | La stanza delle meraviglie | Estate 1993 (V.O.) | Gotti - Il primo padrino | Te lo dico Pianissimo | E se vivessimo tutti insieme? | Morto Stalin se ne fa un altro | Genesis 2.0 (V.O.) | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | A Quiet Passion | The Equalizer 2 - Senza perdono (V.O.) | The Party | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa | Don't Worry | Ritorno al Bosco dei 100 Acri | Mamma Mia! | The Summit | Gli Incredibili 2 (NO 3D) | Monkey King: Hero Is Back | Gli Incredibili 2 (V.O.) | La Casa Sul Mare | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Dog Days | Slender Man | Come vincere la guerra | Lazzaro Felice | The Nun: La Vocazione del Male | Mission Impossible: Fallout (V.O.) | Loro | Come ti divento bella! | Mamma mia! Ci risiamo | Tully | Resta anche domani | La profezia dell'armadillo | Don't Worry (V.O.) | The Greatest Showman | Mary Shelley - Un amore immortale (V.O.) | L'ora più buia |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Il Primo Uomo (2018), un film di Damien Chazelle con Ryan Gosling, Claire Foy, Jason Clarke.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: