Leonardo.it


30 Agosto 2006 - Conferenza Stampa
"The black Dahlia"
Intervista al cast del film.
di Andrea D'Addio


Il ciclo delle conferenze stampa qui al Festival parte con un pienone. Non delle star, ma di giornalisti, che finiscono in gran numero per rimanere fuori dalla sala. Dentro a mancare invece è la due volte premio Oscar Hilary Swank, mentre sia il regista De Palma, che il restante quartetto di attori (Josh Hartnett, Scarlett Johansson, Aaron Eckhart e la "tutta occhi" Mia Kirshner) si siedono compitamente ai rispettivi posti promozionali così come l'autore del romanzo, il famoso scrittore James Ellroy.
Si parte con le domande...


Scarlett Johansson, lei ormai è considerata il sex symbol del nuovo millennio. Come vive questa situazione?
Scarlett Johansson: Il mio ruolo di sex symbol? Non ci penso mai, mentre giro una pellicola, anche se ammetto che qui il regista voleva scene forti, intense, cariche di erotismo, che catturassero lo spettatore.

La storia del cinema è ricca di femme fatale. Si è ispirata a qualcuna di queste per il suo personaggio?
Scarlett Johansonn: No, ho voluto creare un personaggio nuovo, senza ispirarsi a nessuna attrice in particolare. Volevo raccontare una donna di casa ma alla moda, con un tocco glamour. Certo non si tratta di un personaggio innocente. E' una donna che vuole sopravvivere, che si è creata una vita immaginaria per non soffermarsi sul suo terribile passato e penso che sia straordinariamente forte.

Il genere noir da anni, e comunque non certo con frequenza, non popola le grandi sale. Come mai questo film adesso, e perché credete che un tempo queste storie fossero le più apprezzate dal pubblico?
Scarlett Johansson: Se c'e' la depressione in un paese, come accadde nel 1947, o guerre e genocidi come sta avvenendo oggi, le persone cercano di distrarsi interessandosi ad altri scandali. Mi sembra una cosa normale, la gente è così, noi siamo così.
De Palma: Gli anni 40 sono un rompicapo, densi di protagonisti fantastici, con donne fatali e personaggi deprimenti... Non so perché molti lavori ambientati in quegli anni sono noir, ma è stato bello poter ricreare quell'epoca grazie al libro di Ellroy.. Oggi quelle femmes fatales e quei personaggi dark con un passaggio aperto verso l'inferno non esistono più. Non so perché quell'epoca abbia tanto facino anche su di me, ma è stata una vera gioia riportarla al cinema.
James Ellroy: Gli Stati Uniti hanno certamente testimoniato in quegli anni un periodo di splendore, ma non è quello che a me interessa. Di quegli anni mi attrae il gioco nascosto, la corruzione, specie di chi ha il potere.

Come è stato per gli attori l'approccio a questa storia così sottile, ma cruenta?
Aaron Eckhart: Non è stato per niente facile, talvolta era anche pericoloso ma alla fine è stato divertente.
Mia Kirschner: Ero terrorizzata dall'idea di essere diretta da Di Palma e di dover improvvisare davanti alla macchina da presa con monologhi e lacrime, ma alla fine grazie alla guida del maestro ci sono riuscita. Penso di essere cresciuta molto grazie a lui, e gliene sono grata.

James Ellroy, in questo film il rapporto tra vittime e carnefici è sicuramente più complesso rispetto ad altre sceneggiature tratte dei suoi film. Sappiamo infatti che ad ispirarla è stato proprio il suo passato…
Jamese Ellroy: Si, ho scritto Black Dahlia perchè mia madre, quando ero bambino, fu stuprata ed uccisa in modo simile ad Elizabeth Short, l'aspirante attrice che nel '47 fu trovata tagliata in due nei dintorni di Los Angeles e quindi ribattezzata proprio Black Dahlia. Per me, è stato un modo di uscire dall'incubo, e di esorcizzare le mie paure più antiche.

Cosa ne pensa di questa traduzione cinematografica del suo libro?
James Ellroy: (sorridendo) Penso che sono stato fortunato due volte nella mia carriera con gli adattamenti per i film: una volta con 'LA confidential' e una volta con Black Dalia. Quello che ho fatto io e che ha fatto anche il regista con il film è stato isolare i temi chiave dell'ossessione sessuale e della redenzione. Il film isola i temi principali del racconto, ma mantenendo fede ai protagonisti. Ogni personaggio del film esprime alla perfezione il senso di perdita morale e spirituale che mi sembra emergere dal romanzo, nella descrizione di un'epoca, gli anni Quaranta, da cui sono molto affascinato.

FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Ammore e malavita | Thor: Ragnarok (NO 3D) | Le energie invisibili - Da Milano a Roma in cammino | Pipì Pupù e Rosmarina in Il Mistero delle Note Rapite | Justice League (NO 3D) | Bad Moms 2 - Mamme molto più cattive | Assassinio sull'Orient Express | Ratatouille | Suburbicon (V.O.) | Angry Birds - Il Film (NO 3D) | Ritorno in Borgogna | Manifesto | Suburbicon | Sami Blood | Ferdinand | L'incredibile vita di Norman | Good Time | The Place | La ruota delle meraviglie | L'intrusa | Riccardo va all'inferno | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Mine | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Figli della libertà | Caccia al tesoro | Star Trek Beyond (NO 3D) | Il domani tra di noi | L'altra metà della storia | My Little Pony: Il Film | Vampiretto | L'Insulto | Rosso Istanbul | My Little Pony Equestria Girls | Finché c'è prosecco c'è speranza | Bosch - Il giardino dei sogni | La ragazza nella nebbia | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Nico, 1988 | Il Premio | Due sotto il burqa | Lasciati Andare | Paddington 2 | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | The Rocky Horror Picture Show | Gifted - Il dono del talento | Mazinga Z - Infinity | Happy End | La tartaruga rossa | Egon Schiele: Death and the Maiden | Il senso della bellezza | Lion - La strada verso casa | Chi ha incastrato Roger Rabbit | Star Wars: Gli ultimi Jedi (V.O.) | Una questione privata | La signora dello zoo di Varsavia | Poveri ma ricchissimi | Il palazzo del Viceré | La casa di famiglia | Star Wars: Il Risveglio della Forza (NO 3D) | Revolution - La Nuova Arte per un Mondo Nuovo | Gomorra 3 - La serie | Una Donna Fantastica | Loveless | Il Gruffalò & Gruffalò e la sua Piccolina | Amori che non sanno stare al mondo | Gramigna | Detroit (V.O.) | Smetto quando voglio | Seven Sisters | Gli eroi del Natale | Mistero a Crooked House | Vita da giungla: alla riscossa! - Il film | L'uomo di neve | Lego Ninjago Il Film (NO 3D) | Uninvited - Marcelo Burlon | Cars 3 (NO 3D) | Kong: Skull Island (NO 3D) | La La Land | Veleno | Ogni tuo respiro | Non c'è campo | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | La Tenerezza | Gatta Cenerentola | Forza maggiore | Terapia di coppia per amanti | Smetto quando voglio - Ad Honorem | The Square | Paddington 2 (V.O.) | Borg McEnroe | Tiro libero | Vittoria e Abdul | Sieranevada | Star Wars: Gli ultimi Jedi | Nut Job 2: Tutto molto divertente | La ruota delle meraviglie (V.O.) | Poveri ma ricchi | Super vacanze di Natale | Loving Vincent | Natale da Chef | Monster Family | Il Drago Invisibile (NO 3D) | The Void - Il vuoto | Detroit | Assassinio sull'Orient Express (V.O.) | Gli sdraiati | Daddy's Home 2 | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Gli Incredibili - Una normale famiglia di super eroi | Paterson | Due sotto il burqa (V.O.) | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | Noi Siamo Tutto | Anime nere | La botta grossa | Free Fire | L'altro volto della speranza | Ferdinand (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Porto il velo adoro i Queen (2016), un film di Luisa Porrino con Sumaya Abdel Qader, Batul Hanife, Takoua Ben Mohamed.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: