Leonardo.it


14 Settembre 2006 - Conferenza Stampa
"Uno su due"
Intervista al regista e al cast.
di Diego Altobelli


Certamente accolto con cordiale simpatia dalla stampa, il cast al completo del film "Uno su due" si è concesso ai giornalisti per un approfondito incontro sul film. Mattatore dell'occasione, nemmeno a dirlo, è stato il vulcanico Fabio Volo, sempre con la battuta pronta e sempre serenamente compiaciuto. Un personaggio che, a prescindere da polemiche, dimostra di possedere una sensibilità non comune e una modestia davvero elegante. Un'intervista caratterizzata quindi dalla simpatia, ma anche dalla serietà e l'impegno di presentare un lavoro, un film, in cui si è creduto tanto. Fiducia trasmessa a tutti i presenti.

Crede che abbia funzionato la commistione dramma-commedia?
Eugenio Cappuccio: Credo di sì, credo che però sia stata una cosa che sia venuta del tutto naturalmente… A parte alcune citazioni a Trouffout non mi sembra di poter definire questo film una vera commistione…

Come nasce la coppia Fabio Volo - Ninetto Davoli? Coppia che sembra funzionare tantissimo…
Eugenio Cappuccio: E' nato del tutto casualmente, nella mia testa… Diciamo una sorta di intuizione. Si sono conosciuti e il loro primo incontro è stato, strano a dirsi, difficile più per Fabio che per Ninetto…
Fabio Volo: sono rimasto affascinato dalla personalità di Davoli… Gli dissi una volta che lui è la mia parte giovane! Ha questa vitalità che è davvero pazzesca, vitalità che invece io sento andar via…
Ninetto Davoli: Fabio Volo è un ragazzo molto grintoso e mi è piaciuto molto lavorare con lui… io che ho un atteggiamento molto aggressivo… Infatti inizialmente era un po' shockato! In lui però c'è davvero del talento e credo che nel film siamo riusciti a compensarci l'un con l'altro.

Questa volta Fabio Volo ha scelto il film, perché? E' stato più facile per te recitare in un periodo che eri già, per motivi personali, in degenza in un ospedale?
Fabio Volo: Il soggetto mi piaceva molto… e volevo fare un film esattamente come questo. Credo che, quando ho finito di vedere il film, ho avuto la sensazione che era esattamente come lo immaginavo nella mia testa. Il vivere, forzatamente, in un ospedale mi ha certamente aiutato. Forse non tanto su di me, ma nel rendere più completa la sceneggiatura con certi dettagli come la cena, il numero… E' stata una cosa che ha aiutato si…

Una delle scene che più colpiscono è la sequenza del caffè non bevuto ma solo odorato… ce ne può parlare?
Eugenio Cappuccio: E' certamente una sequenza molto importante perché è il vero momento in cui i due personaggi si incontrano in un campo neutro. Il caffè ha una valenza simbolica certamente, comporta l'attesa, la chiacchierata, la pausa, una delicata terra di mezzo. Volevo che significasse ciò che i due personaggi dovevano realizzare. Una cosa così piccola, che in quel momento diventa importantissima…

Oltre per Trouffot questo film mi ha ricordato "Sette piani" di Dino Buzzati, c'è stata una qualche sorta di ispirazione per lei?
Eugenio Cappuccio: Beh, non così forte. In Buzzati certamente c'è una scrittura che è già in qualche modo cinematografica e certamente evidenzia un importanza nei particolari e negli oggetti notevole, cosa che esce anche da questo film in effetti, ma non mi sento di farlo rientrare nella fonti delle mie ispirazioni…

Le figure femminili che ruolo hanno realmente nel film? Sono molto importanti…
Anita Caprioli: Credo che interpreto un personaggio facilmente identificabile nell'immaginario di molte donne. Una ragazza che attende una svolta nella storia d'amore che vive. La malattia crea un nuovo punto di vista, crea una possibilità di svolta forzata, ma anche di profonda crisi. E' una prova.
Agostina Belli: Il regista si è presentato con un grandissimo mazzo di fiori… che dire, mi ha colpita. Poi abbiamo iniziato a collaborare, il mio ruolo i piaceva. Mi è piaciuto molto provare con Fabio più volte le parti… Sì, sono molto soddisfatta.
Tresy Taddei: Beh, io qui sono la più piccola e sono molto emozionata. Questo è il mio undicesimo film tra apparizioni e tutto il resto. Sono stata molto contenta lavorare con Eugenio e per me è stata un'esperienza davvero costruttiva.

FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Una famiglia | L'esodo | L'incredibile vita di Norman | Capitan Mutanda: Il film | Loving Vincent | Agadah | Dove non ho mai abitato | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | Lady Macbeth | Blade Runner 2049 (V.O.) | La memoria dell'acqua | Baby Boss (NO 3D) | Kong: Skull Island (NO 3D) | Miss Sloane - Giochi di potere | I'm - Infinita come lo spazio (NO 3D) | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | La vendetta di un uomo tranquillo | L'ordine delle cose | Mr. Ove | Vita da giungla: alla riscossa! - Il film | Così parlò De Crescenzo | Thor: Ragnarok | Il Vangelo secondo Matteo | La ragazza nella nebbia | Carmen (1978) | L'intrusa | La signora dello zoo di Varsavia | Justice League (NO 3D) | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Cars 3 (NO 3D) | Thor: Ragnarok (NO 3D) | Gatta Cenerentola | Blade Runner 2049 (NO 3D) | Vampiretto | Vittoria e Abdul | Justice League (V.O.) | 120 battiti al minuto | The Visit | La casa di famiglia | The Brown Bunny | Borg McEnroe (V.O.) | Virgin Mountain | Mexico! Un cinema alla riscossa | Malarazza | Lego Ninjago Il Film (NO 3D) | Terapia di coppia per amanti | Vittoria e Abdul (V.O.) | LEGO Batman Il Film (NO 3D) | L'inganno | Renegades - Commando d'assalto | Saw: Legacy | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Auguri per la tua morte | Ogni tuo respiro | Elvis & Nixon | I'm - Infinita come lo spazio | La signora della porta accanto | Bad Moms 2 - Mamme molto più cattive | Zona d'ombra - Una scomoda verità | Paterson | The Square | Ritorno in Borgogna | Never-Ending Man: Hayao Miyazaki | Thor | La Tenerezza | Una Donna Fantastica | Addio Fottuti Musi Verdi | Nico, 1988 | I Peggiori | The Paris Opera | Nut Job - Operazione Noccioline (NO 3D) | Offside | It | Pipì Pupù e Rosmarina in Il Mistero delle Note Rapite | Justice League | La sirenetta | Ozzy cucciolo coraggioso | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no (V.O.) | Ammore e malavita | Alibi.com | Geostorm (NO 3D) | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Noi Siamo Tutto | My Name Is Emily | Veleno | Vallanzasca - Gli angeli del male | Una questione privata | Lasciati Andare | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Nove lune e mezza | Elle | Good Time | Barry Seal - Una storia americana | Monster Family | Finché c'è prosecco c'è speranza | Paddington | The Place | Alla ricerca di un senso | The Broken Crown - La corona spezzata | Gli asteroidi | Gli aristogatti | L'equilibrio | Non c'è campo | Paddington 2 (V.O.) | Capitan Harlock 3d (NO 3D) | La battaglia dei sessi | Et in terra pax | Gomorra 3 - La serie | Jukai - La foresta dei suicidi | Good Time (V.O.) | Anime nere | The Broken Key | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | La custode di mia sorella | Mistero a Crooked House | Manifesto | Gifted - Il dono del talento | Borg McEnroe | Dunkirk | La ragazza del treno | Il palazzo del Viceré | Emoji - Accendi le Emozioni (NO 3D) | I puffi: Viaggio nella foresta segreta (NO 3D) | Paddington 2 | La Battaglia Di Hacksaw Ridge (V.O.) | Mazinga Z - Infinity | Sing (NO 3D) | Easy - Un viaggio facile facile | Manifesto (V.O.) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Fratelli bastardi (2016), un film di Lawrence Sher con J. K. Simmons, Owen Wilson, Glenn Close.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: