Leonardo.it


Teza
Presentato alla 65^ Mostra del cinema di Venezia, un film come Teza ha sulla carta tutte le potenzialità per vincere un premio prestigioso.
Non, come spesso accade, per meriti artistici ma per valori del tutti extra cinematografici.

Teza è un lungo excursus storico sull’Etiopia degli ultimi trent’anni, dall’ascesa e caduta di Hailé Selassié, passando alla dittatura di Menghistu, fino alla caduta del muro di Berlino e alle nuove sfide per il futuro. Il protagonista è Anberber, un giovane idealista che spera, grazie agli studi di medicina seguiti in Germania, di guarire il suo popolo da ogni malattia che normalmente si può sconfiggere in occidente. Idealista ma passivo, Anberber testimonia impotente alla violenza, all’oscurantismo e al fanatismo imperanti nel suo paese (ma anche all’estero e nella civilissima Germania). Cambiano le bandiere e le stagioni in Etiopia, sembra dire il regista, ma c’è un male sottile onnipresente che sembra volersi nutrire solo di sangue, in una follia omicida che non riesce mai a dissetarsi delle vite che spegne.

Del resto anche la fiducia di Anberber nell’occidente è mal riposta.
Un sogno è rivelatore da questo punto di vista. Anberber sogna di trovarsi all’interno di un granaio in cui si aprono fessure che lasciano fuoriuscire i chicchi del cereale fino a soffocarlo. Il giovane cerca di otturare le fessure strappando le pagine di un libro (simbolo del sapere acquisito all’estero), ma invano. Da questo quadro emerge dunque una poetica di dolore e annientamento, in cui l’unico barlume di speranza viene dato, come spesso succede al cinema e in letteratura, da una nuova nascita al termine della pellicola.

Teza (che vuol dire rugida, ma che forse ha anche un doppio senso con il nostro "Tesi"), è un film dallo svolgimento convenzionale, ma robusto e intellettualmente onesto. Le scene di violenza sono però rappresentate con insolita crudezza, senza dubbio per l’eccessivo contatto con situazioni di estrema brutalità. Lo sviluppo del racconto è affidato alla voce narrante del protagonista (non sorprendente in un paese prevalentemente di tradizione orale) e in un certo senso la storia si caratterizza come una sorta di rituale terapeutico per tutta l’Etiopia. Anberber ritorna nel suo paese nel 1990 ed è terribilmente mutilato fisicamente e psichicamente, ma non ne ricorda la ragione.
Creduto posseduto dai demoni viene sottoposto a un rituale di esorcismo in cui il soggetto viene esposto a getti di acqua ghiacciata, come venivano spesso trattati i casi di isteria nelle atroci terapie psichiatriche di un passato fin troppo prossimo. Solo allora Anberber riesce a ricordare. Evidentemente a questo punto, secondo le speranze del regista, anche l’Etiopia e il mondo intero dovrebbero ricordare.

Presentato dunque alla 65^ Mostra del cinema di Venezia, in Italia e con una presidenza di giuria tedesca (Wim Wenders) Teza sembra fatto apposta per far leva sulla coscienza dell’Europa. Eppure il regista dovrebbe conoscere bene il pericolo di fare affidamento all’Europa; certo, potrebbe persino ricevere un premio prestigioso, ma la verità è che gli europei amano sentirsi buoni, e un’onorificenza di valore culturale – si sa - spazza sotto il tappeto tutti i mali del mondo.
Con buona pace dei tanti, troppi paesi africani ancora in guerra nell’indifferenza più totale.

La frase: "Dopo aver incontrato una serpe ti spaventi a vedere un pezzo di corteccia".

Mauro Corso

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.












I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Il Premio | Vittoria e Abdul | The Greatest Showman | Il Vangelo secondo Matteo | Mr. Ove | Reset - Storia di una Creazione | A Casa Tutti Bene | Sicilian Ghost Story | Final Portrait - L'Arte di essere Amici | Dancer | Detroit | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | L'ordine delle cose | Loveless | Mistero a Crooked House | Terapia di coppia per amanti | Vittoria e Abdul (V.O.) | Morto Stalin se ne fa un altro | My Generation (V.O.) | Marlina, omicida in quattro atti | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water (V.O.) | Ritratto di Famiglia con Tempesta | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | Assassinio sull'Orient Express | Detachment - Il distacco | Ore 15:17 - Attacco al treno (V.O.) | Baby Boss (NO 3D) | Chiamami col tuo nome (V.O.) | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | L'ora più buia | The Post (V.O.) | Zero in condotta | Adorabile nemica | Amori che non sanno stare al mondo | Walk with Me | Wonder | Good Time | Come un gatto in tangenziale | Made in Italy | Kong: Skull Island (NO 3D) | Cuori Puri | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | Monster Family | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | The Party (V.O.) | Una Donna Fantastica | La Tenerezza | Un sacchetto di biglie | Slumber: Il demone del sonno | Cinquanta sfumature di Rosso | L'Insulto | The Party | Tutti i soldi del mondo | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | 50 Primavere | San Valentino Stories | Coco (NO 3D) | It | Happy End | The Place | Il Bacio Azzurro | Black Panther (NO 3D) | L'intrusa | The Square | Il palazzo del Viceré | Corpo e anima (V.O.) | Suburbicon | L'inganno | Poesia senza fine | I puffi: Viaggio nella foresta segreta (NO 3D) | L'uomo di neve | L'uomo sul treno - The Commuter | Maze Runner - La rivelazione (NO 3D) | Napoli velata | Ella & John - The Leisure Seeker | L'Atalante | Pagine nascoste | Chiamami col tuo nome | Gatta Cenerentola | Lasciati Andare | Il vegetale | I primitivi | C'est la vie - Prendila come viene | La testimonianza | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | L'ultima discesa | My Generation | Veleno | Hannah | Benedetta Follia | Ore 15:17 - Attacco al treno | Anime nere | Finalmente Sposi | 120 battiti al minuto | Finché c'è prosecco c'è speranza | Black Panther | Nico, 1988 | Insidious: L'ultima chiave | Libere, disobbedienti, innamorate - In Between | Paradise | Mistero a Crooked House (V.O.) | Bande A Part | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | Dunkirk | The Post | The Most Beautiful Day - Il giorno più bello | Corpo e anima | Caravaggio - L'anima e il sangue | Aquarius | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Barbiana '65 | Noi Siamo Tutto | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Il senso della bellezza | Melancholia | Black Panther (V.O.) | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | Bigfoot Junior | Sono tornato | Final Portrait - L'Arte di essere Amici (V.O.) | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Suburbicon (V.O.) | Ammore e malavita | Downsizing - Vivere alla grande |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per 2 gran figli di… (2016), un film di Lawrence Sher con J. K. Simmons, Owen Wilson, Glenn Close.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: