Leonardo.it

HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

L'infanzia di un capo



Quando per scavare ci vorrebbe più testa e meno foga.
Il film è un opera di ricerca che il giovane regista statunitense compie, ispirandosi ad un racconto di Jean-Paul Sartre, nel tentativo di rappresentare una sorta di genealogia del male dittatoriale, una mostra ad effetto della grande incubatrice domestica che ha genericamente preparato nei primi anni del novecento l'ascesa di alcuni tra i più sanguinari dittatori che la storia abbia mai conosciuto. Tutto questo mediante le cronache di un giovane rampollo di una famiglia americana trasferitasi in Francia al termine del primo grande conflitto mondiale.
Il lavoro di Brady Corbet ha una natura involontariamente altalenante, soffusa, labile, supportata certamente in modo deciso da un bagaglio di approfondimenti e speculazioni di carattere filosofico-psicanalitico che illudono e non convincono del tutto.
Gli scatti d'ira un po' macchinosi del piccolo Prescott (questo il nome del ragazzino interpretato da Tom Sweet) e le presenze poco chiarificanti della madre e del padre (rispettivamente Bérénice Bejo e Liam Cunningham) rappresentano il nucleo caldo di una vicenda che, più di ogni altra cosa, si potrebbe definire (o si vorrebbe definire) “paradigmatica”, permeata di simbolismi che richiamano a considerazioni su quali siano le strutture antropologiche del fascismo (o dei fascismi, perché cercare di avvicinare alla pellicola la specifica biografia di un fuhrer o un duce a caso sarebbe francamente poco saggio).
Il problema è forse l'eccessiva fretta di trovare una cifra espressiva che sia filo-europea (cinematograficamente parlando) e che abbia ben presente tutta l'eredità culturale che pulsa nel cinema europeo fin dagli albori: molto semplicemente, chi ha avanzato parallelismi con la violenza esteticamente esplosiva di Michael Haneke ha, con tutto il rispetto, commesso una grossa violenza al buon senso dello spettatore (per ora l'unica cosa che i due hanno in comune è il Funny Games del 2008 in cui Corbet recitava). Questo perché il regista austriaco parla di educazione conoscendo molto bene i sistemi educativi, parla di repressione conoscendo molto bene i sistemi repressivi, riflette sulla tortura e sulla deviazione psichica conoscendo molto bene la materia che va a trattare (esemplare in questo “Il nastro bianco” e la sconvolgente analisi della dicotomia infantile tra purezza e perversione). Al confronto, e la cosa non sorprende, “The childhood of a leader” (che partecipa alla Mostra per nella sezione Orizzonti, va ricordato) non può che impallidire.
Ad ogni modo gli intenti sono nobili e la capacità di scegliere una strada impervia e di arrivare comunque a destinazione (anche se pieno di ferite) giocano a favore di Corbet e lasciano ben sperare per i suoi lavori futuri.
Nel cast è presente, anche se davvero per poco, anche un Robert Pattinson parecchio spento e ancora in cerca del salto di qualità (non che questo film fosse l'occasione giusta, questo quasi sicuramente era chiaro anche a lui).
Per parlare del male senza ripiegare nella rappresentazione iconografico-mistica, senza gettarsi in un battesimo di fuoco un po' splatter, è fondamentale orchestrare tutto l'impianto visivo con estrema cura dei dettagli, con la freddezza ma la spietatezza giusta per far coincidere il grande mondo speculativo con le esigenze che questo modo di “far cinema” richiede. La prossima andrà meglio.

a cura di Riccardo Favaro

Scrivi la tua recensione!



FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Transamerica | L'incredibile vita di Norman | Le energie invisibili - Da Milano a Roma in cammino | L'arte viva di Julian Schnabel | Star Wars: Gli ultimi Jedi | Una Donna Fantastica | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Il Gruffalò & Gruffalò e la sua Piccolina | Vittoria e Abdul | Daddy's Home 2 | Il colore nascosto delle cose | Finché c'è prosecco c'è speranza | Gatta Cenerentola | Il palazzo del Viceré | Gomorra 3 - La serie | Gramigna | Thor: Ragnarok (NO 3D) | Nut Job 2: Tutto molto divertente | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | Good Time | Dunkirk | Manifesto | Star Wars: Il Risveglio della Forza (NO 3D) | La Tenerezza | La ruota delle meraviglie (V.O.) | Bosch - Il giardino dei sogni | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | Una doppia verità | Life, Animated | La ragazza nella nebbia | Il diritto di contare | Super vacanze di Natale | La forma della voce | Amori che non sanno stare al mondo | L'inganno | 50 Primavere | Kong: Skull Island (NO 3D) | La fuga | Rosso Istanbul | Moda Mia | Tutto quello che vuoi | Noi Siamo Tutto | Anime nere | Natale da Chef | My Little Pony: Il Film | Lion - La strada verso casa | Happy End | Walk with Me | Star Wars: Gli ultimi Jedi (V.O.) | The Void - Il vuoto | Ritorno in Borgogna | The Place | Aspettando il Re | L'equilibrio | Il domani tra di noi | Sami Blood | Justice League (NO 3D) | Raffaello - Il principe delle Arti | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Silence | Madre! | Manifesto (V.O.) | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Interceptor | Il mio Godard | Due sotto il burqa (V.O.) | Ammore e malavita | Suburbicon (V.O.) | Gli sdraiati | Nico, 1988 | Il Premio | Blade Runner 2049 (NO 3D) | L'Insulto | Gli eroi del Natale | Assassinio sull'Orient Express | Ogni tuo respiro | La ruota delle meraviglie | La vita in comune | Mazinga Z - Infinity | Personal Shopper | Due sotto il burqa | Borg McEnroe | Egon Schiele: Death and the Maiden | Suburbicon | Veleno | Loving Vincent | The Teacher | Il Grande Dittatore | My Name Is Emily | Revolution - La Nuova Arte per un Mondo Nuovo | Loveless | Seven Sisters | Paterson | Non uno di meno | Gifted - Il dono del talento | The Square | Terapia di coppia per amanti | Bad Moms 2 - Mamme molto più cattive | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Flatliners - Linea mortale | Poveri ma ricchissimi | L'altra metà della storia | Vite al Centro | Paddington 2 | La lucida follia di Marco Ferreri | La scoperta dell'alba | La battaglia dei sessi (V.O.) | La battaglia dei sessi | Assassinio sull'Orient Express (V.O.) | Caccia al tesoro | Detroit | Auguri per la tua morte | Lasciati Andare | Mr. Ove | L'ordine delle cose | The Startup - Accendi il tuo futuro | Detroit (V.O.) | Nut Job - Operazione Noccioline (NO 3D) | Moonlight | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Io sono Li | La botta grossa | Mistero a Crooked House | La signora dello zoo di Varsavia | L'intrusa |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Alita: Battle Angel (2018), un film di Robert Rodriguez con Jennifer Connelly, Michelle Rodriguez, Christoph Waltz.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: