Leonardo.it

HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

L'infanzia di un capo



Quando per scavare ci vorrebbe più testa e meno foga.
Il film è un opera di ricerca che il giovane regista statunitense compie, ispirandosi ad un racconto di Jean-Paul Sartre, nel tentativo di rappresentare una sorta di genealogia del male dittatoriale, una mostra ad effetto della grande incubatrice domestica che ha genericamente preparato nei primi anni del novecento l'ascesa di alcuni tra i più sanguinari dittatori che la storia abbia mai conosciuto. Tutto questo mediante le cronache di un giovane rampollo di una famiglia americana trasferitasi in Francia al termine del primo grande conflitto mondiale.
Il lavoro di Brady Corbet ha una natura involontariamente altalenante, soffusa, labile, supportata certamente in modo deciso da un bagaglio di approfondimenti e speculazioni di carattere filosofico-psicanalitico che illudono e non convincono del tutto.
Gli scatti d'ira un po' macchinosi del piccolo Prescott (questo il nome del ragazzino interpretato da Tom Sweet) e le presenze poco chiarificanti della madre e del padre (rispettivamente Bérénice Bejo e Liam Cunningham) rappresentano il nucleo caldo di una vicenda che, più di ogni altra cosa, si potrebbe definire (o si vorrebbe definire) “paradigmatica”, permeata di simbolismi che richiamano a considerazioni su quali siano le strutture antropologiche del fascismo (o dei fascismi, perché cercare di avvicinare alla pellicola la specifica biografia di un fuhrer o un duce a caso sarebbe francamente poco saggio).
Il problema è forse l'eccessiva fretta di trovare una cifra espressiva che sia filo-europea (cinematograficamente parlando) e che abbia ben presente tutta l'eredità culturale che pulsa nel cinema europeo fin dagli albori: molto semplicemente, chi ha avanzato parallelismi con la violenza esteticamente esplosiva di Michael Haneke ha, con tutto il rispetto, commesso una grossa violenza al buon senso dello spettatore (per ora l'unica cosa che i due hanno in comune è il Funny Games del 2008 in cui Corbet recitava). Questo perché il regista austriaco parla di educazione conoscendo molto bene i sistemi educativi, parla di repressione conoscendo molto bene i sistemi repressivi, riflette sulla tortura e sulla deviazione psichica conoscendo molto bene la materia che va a trattare (esemplare in questo “Il nastro bianco” e la sconvolgente analisi della dicotomia infantile tra purezza e perversione). Al confronto, e la cosa non sorprende, “The childhood of a leader” (che partecipa alla Mostra per nella sezione Orizzonti, va ricordato) non può che impallidire.
Ad ogni modo gli intenti sono nobili e la capacità di scegliere una strada impervia e di arrivare comunque a destinazione (anche se pieno di ferite) giocano a favore di Corbet e lasciano ben sperare per i suoi lavori futuri.
Nel cast è presente, anche se davvero per poco, anche un Robert Pattinson parecchio spento e ancora in cerca del salto di qualità (non che questo film fosse l'occasione giusta, questo quasi sicuramente era chiaro anche a lui).
Per parlare del male senza ripiegare nella rappresentazione iconografico-mistica, senza gettarsi in un battesimo di fuoco un po' splatter, è fondamentale orchestrare tutto l'impianto visivo con estrema cura dei dettagli, con la freddezza ma la spietatezza giusta per far coincidere il grande mondo speculativo con le esigenze che questo modo di “far cinema” richiede. La prossima andrà meglio.

a cura di Riccardo Favaro

Scrivi la tua recensione!



FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Smetto quando voglio - Ad Honorem | 50 Primavere | Smetto quando voglio - Masterclass | The Giver - Il Mondo di Jonas | L'uomo sul treno - The Commuter | Noi Siamo Tutto | Cinquanta sfumature di Rosso | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water (V.O.) | Detroit | Assassinio sull'Orient Express | Benedetta Follia | Black Panther | Ore 15:17 - Attacco al treno (V.O.) | Snowden | Come un gatto in tangenziale | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Chiamami col tuo nome (V.O.) | The Butler - Un maggiordono alla Casa Bianca | Made in Italy | Mr. Ove | Paradise | Il gioiellino | I primitivi | Smetto quando voglio | Happy End | Loving Vincent | Detroit (V.O.) | Coco (NO 3D) | Loveless | Personal Shopper | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Miss Sloane - Giochi di potere | Il filo nascosto (V.O.) | Gli invisibili (2014) | L'Insulto | Marlina, omicida in quattro atti | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | The Post (V.O.) | C'est la vie - Prendila come viene | Ella & John - The Leisure Seeker | Gifted - Il dono del talento | Monster Family | The Most Beautiful Day - Il giorno più bello | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | A Casa Tutti Bene | Un bacio | Il palazzo del Viceré | Poesia senza fine | L'ora legale | La testimonianza | Manchester by the Sea | Vita da giungla: alla riscossa! - Il film | Reset - Storia di una Creazione | Una Donna Fantastica | 120 battiti al minuto | Dancer | Gli sdraiati | La Tenerezza | Suburbicon | L'ultima discesa | Grace Jones: Bloodlight and Bami | Napoli velata | Ore 15:17 - Attacco al treno | Finalmente Sposi | Slumber: Il demone del sonno | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | My Generation | Lasciati Andare | Black Panther (NO 3D) | The Post | Final Portrait - L'Arte di essere Amici | Corpo e anima (V.O.) | The Greatest Showman | L'inganno | Veleno | L'ora più buia | La vedova Winchester | Ogni tuo respiro | My Generation (V.O.) | Caravaggio - L'anima e il sangue | The Party | Mistero a Crooked House | Sami Blood | The Square | The Party (V.O.) | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Morto Stalin se ne fa un altro | Chiamami col tuo nome | Il figlio sospeso | Sono tornato | Una questione privata | Bigfoot Junior | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Hannah | Vogliamo vivere! To be or not to be | Quello che so di lei | La febbre del sabato sera | Il Bacio Azzurro | I puffi: Viaggio nella foresta segreta (NO 3D) | Terapia di coppia per amanti | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | San Valentino Stories | La zona | Ovunque tu sarai | Il vegetale | Barbiana '65 | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | Le cose che verranno - L'avenir | Nico, 1988 | Kong: Skull Island (NO 3D) | Corpo e anima | Bande A Part | Tutti i soldi del mondo | Black Panther (V.O.) | Gatta Cenerentola | La ruota delle meraviglie | Walk with Me | Dunkirk | Il senso della bellezza | La ragazza nella nebbia | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Sieranevada | Ammore e malavita | Anime nere | Il terzo uomo | L'uomo di neve | Maze Runner - La rivelazione (NO 3D) | Dancer in the dark | Appuntamento al parco | Wonder | Madre! | Il Premio | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Nome di donna (2018), un film di Marco Tullio Giordana con Cristiana Capotondi, Valerio Binasco, Adriana Asti.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: