The Informant!
Abituati ai film di denuncia di Soderbergh come "Traffic" e "Erin Brockovich", infelici e inquieti per gli argomenti scottanti che trattano, si rimane piacevolmente colpiti nel vedere la sua ultima fatica "The Informant".
Pur rimanendo nell’ottica della contestazione alla moderna società sempre più corrotta e opportunista, infatti, il regista ci regala una black comedy mascherata da thriller procedurale, condendo i fatti reali con esasperate e quasi surreali espressioni dell’animo umano e societario.
Il film, tratto dal libro dello scrittore newyorkese Kurt Eichenwald, basato su fatti realmente accaduti, racconta di Mark Whitacre, biochimico specializzato nel campo agroalimentare, che ricopre un ruolo fondamentale per l’azienda in cui lavora. Negli anni ’90, inizia a collaborare con l’FBI, per smascherare la politica di controllo dei prezzi adottata dalla sua compagnia. Dotato di microregistratore, partecipa alle riunioni e registra gli accordi con le compagnie concorrenti per fare cartello sul mercato mondiale. Ma le sue rivelazioni non sono niente rispetto a ciò che ha da nascondere.
La confezione del film è molto particolare, la voce fuori campo dello stesso protagonista, (interpretato da Matt Damon), scandisce le giornate e i pensieri di un uomo normale, dedito alla famiglia e al lavoro, mentre i dialoghi ci raccontano di un mondo difficile e a tratti incomprensibile come quello della politica aziendale.
Quest’ultimo fattore, soprattutto nella parte iniziale del film, quando ancora non si è entrati nel procedimento logico di Soderbergh, tende a rallentare i ritmi rendendo la storia poco affascinante a tratti noiosa. Ma i tempi vanno via via aumentando in un crescendo di delirante ironia, man mano che il protagonista comincia a subire un profondo cambiamento personale: accecato dal desiderio di popolarità e di conferme altrui, infatti, si tuffa in un vortice di verità paradossali da lui stesso creato, e dal quale sarà difficile uscire.
Matt Damon è quasi irriconoscibile in questo film, ingrassato di 13 chili e nei grigi panni dell’impiegato d’azienda, riesce a dare un immagine talmente ambigua del suo personaggio tanto da riuscire a convincere persino lo spettatore della sua totale ingenuità, per poi rivelarsi per quello che è solo alla fine, quando ormai i giochi sono fatti e non si può tornare indietro, e non si sa più se provar pena o rancore per lui. Esattamente come capita all’agente dell’FBI Brian Shepard, incaricato di condurre l’indagine sulla società di Mark.
Interpretato da un eccezionale Scott Bakula, l’agente vede in Mark un uomo vero e onesto, tanto che durante le indagini non dimentica di portare con se la foto della famiglia Whitacre, così da non dimenticare quanto siano importanti certi valori. Quando poi viene a galla che Mark si è dimenticato di riferire alcune illegalità da lui commesse, Shepard, lo ritiene solo un uomo ingenuo che è caduto nella trappola degli uomini per cui lavora. Quello che viene a scoprire a sue spese è che tutto ciò che Mark racconta è contradditorio, fasullo, manipolato dalla sua stessa mania ossessiva di voler essere al centro dell’attenzione.
Volendo a tutti i costi cercare un messaggio in "The Informant", si potrebbe dire che la società corrotta in cui viviamo, porti alcune persone ad adeguarsi ad essa quasi per pura sopravvivenza, come se il comportamento illecito sia l’unica soluzione per sopravvivere in un mondo di squali, come se fosse l’unica realtà che si conosce e quindi l’unica attuabile, come se vivere in un mondo traviato ci porti inevitabilmente a guastare la nostra stessa integrità. E alla fine ci si chiede quanto di questo atteggiamento sia ingenuo e patologico e quanto invece meschino e opportunista.
Alla fine però forse è meglio guardare il film con più leggerezza, senza addentrarsi troppo in inutili moralismi e godere di una divertente e sarcastica sceneggiatura, ben interpretata e ben girata.

La frase:
- "Chiamami Agente Segreto 0014"
- "Perché?"
- "Perché sono furbo il doppio di 007"

Monica Cabras

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.








I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Deep - Un'avventura in fondo al mare | Pinocchio | Cetto c'è senzadubbiamente | Psicomagia - Un'arte per guarire | Doctor Sleep | La Dea Fortuna | Dio è donna e si chiama Petrunya (V.O.) | Cena con delitto - Knives Out | Joker | La ragazza d'autunno | Piccole donne (V.O.) | Richard Jewell | Hammamet | Jojo Rabbit (V.O.) | Richard Jewell (V.O.) | The Lodge | Il mistero Henri Pick | C'era una volta...a Hollywood | Sorry We Missed You | Ermitage - Il Potere dell'arte | Scherza con i fanti | Me contro Te - La vendetta del Signor S | Pupazzi alla Riscossa - UglyDolls | Un Giorno di Pioggia a New York (V.O.) | Storia di un Matrimonio (V.O.) | Jumanji - The Next Level | A spasso col panda | 18 regali | Sorry We Missed You (V.O.) | I due Papi | Manaslu - La Montagna Delle Anime | Playmobil The Movie | La Famosa Invasione degli Orsi in Sicilia | Star Wars - L'Ascesa di Skywalker (NO 3D) | Ploi | The Farewell - Una Bugia Buona (V.O.) | Dio è donna e si chiama Petrunya | Spie sotto copertura | Star Wars - L'Ascesa di Skywalker | Star Wars - L'Ascesa di Skywalker (V.O.) | Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle (NO 3D) | Il paradiso probabilmente | Un Giorno di Pioggia a New York | La Belle Époque (V.O.) | Hole - L'Abisso | Sulle ali dell'avventura | L'inganno perfetto | Escher - Viaggio nell'infinito | Prendi i Soldi e Scappa | Il terzo omicidio (V.O.) | L'ufficiale e la spia | Herzog incontra Gorbaciov | Aspromonte - La terra degli ultimi | Il traditore | Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle | Ferdinando il Duro | The Farewell - Una Bugia Buona | Che fine ha fatto Bernadette? (V.O.) | Qualcosa di meraviglioso | City of Crime | La mafia non è più quella di una volta | Il Primo Natale | Paw Patrol Mighty Pups - Il film dei super cuccioli | John McEnroe - L'impero della perfezione | Frozen - Il Regno di Ghiaccio (NO 3D) | Leonardo. Le Opere | Tutto il mio folle amore | L'ufficiale e la spia (V.O.) | La famiglia Addams (NO 3D) | Ritratto della giovane in fiamme | Che fine ha fatto Bernadette? | Andrey Tarkovsky. Il cinema come preghiera | Io & Annie | Piccole donne | L'età giovane | La Belle Époque | Moliere in bicicletta | Pepe Mujica, una vita suprema | Tolo Tolo | Jojo Rabbit |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Judy (2019), un film di Rupert Goold con Renée Zellweger, Jessie Buckley, Rufus Sewell.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office

€ 5.251.936

Tolo Tolo

€ 2.244.772

Hammamet

€ 1.597.772

Piccole Donne



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: