HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

They

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Leonardo Mezzelani12 maggio 2018Voto: 6.5
 

  • Foto dal film They
  • Foto dal film They
  • Foto dal film They
  • Foto dal film They
Nell’ambito degli studi di genere, si è diffusa l’idea che l’identità sessuale sia scomponibile in tre: sesso, genere ed orientamento. Il primo ci è dato alla nascita, su basi anatomiche; il genere è una costruzione sociale, attraverso la ripetizione quotidiana di azioni più o meno coscienti il soggetto è portato a sentirsi maschio o femmina. L’orientamento, invece, è il sesso (o tipo di persona) da cui un soggetto è attratto. Tutto molto semplice, forse troppo, non a caso questa tripartizione è spesso stata attaccata per la sua rigidità, non adatta a descrivere la fluidità della società.
Il discorso appena affrontato in poche righe potrebbe risultare, ai più esperti, estremamente sbrigativo (e sicuramente lo è), eppure era fondamentale scrivere questa premessa che Anahita Ghazvinizadeh, giovane regista iraniana, alla sua opera prima con “They”, sembra condividere apertamente. Il film racconta la storia di J, un quattordicenne della periferia di Chicago in lotta per trovare la propria identità. Il ragazzino, che vorrebbe essere chiamato “Loro” (“They” in lingua inglese), decide di mettere in stand by, attraverso una terapia medica, il proprio sviluppo. Il motivo? Prendersi del tempo per riuscire a capire a quale sesso sente di appartenere e, di rimando, se effettuare o meno “la transizione”.

Con un materiale di partenza del genere, il rischio di cadere nel calderone dell’ampia produzione LGBT a tema “transgender” era alto, altissimo. Con il suo “They”, però, la giovane regista iraniana dimostra di non peccare certo in banalità: il tema della scelta viene intelligentemente declinato, esteso a tutto il mondo del film. Dalla sorella che deve decidere se accettare o meno di partecipare ad un campus di recitazione, a un mal di denti del fidanzato iraniano da sopportare fino al rientro in patria, passando per una madre che deve vegliare su una zia con disturbi psichici prima di rientrare in casa; tutto è sospeso. L’unico personaggio che sembra vivere l’attesa con serenità è proprio il/la piccolo/a J. Che si tratti di raccontare le proprie esperienze sentimentali durante una passeggiata nel bosco con la sorella, o di rispondere a domande scomode dettate dalla curiosità di chi lo circonda, poco importa, nelle sue parole non c’è la minima richiesta di pietismo. Sembra sempre che sia chi gli giri intorno (e dovrebbe accudirlo) ad aver bisogno di trarre forza da J, di spiarlo attraverso un spioncino sulla parete di hitchcockiana memoria quasi in cerca di ispirazione.

In questo microcosmo dell’attesa veniamo guidati da una regia molto elegante e ricercata, forse troppo. Soprattutto nella parte iniziale del film, infatti, la Ghazvinizadeh sembra voler sorprendere costantemente lo spettatore con elaborate inquadrature e piani sequenza, che rischiano di appesantire inutilmente una storia così delicata.
Se, come già detto, la voglia di estendere un tema così preciso a un discorso globale è sicuramente da catalogarsi sotto i pregi, di contro non si può non notare come forse proprio questa scelta a volte sembra far smarrire la rotta al film, tra le molte sotto-trame aperte si va perdendo un po’ di mordente.

Quale che sia la scelta finale dell’adolescente diventa totalmente irrilevante, così come quelle degli altri personaggi, il film sembra quasi sussurrarci che a volte perdersi non è per nulla spaventoso, anzi, potrebbe essere fondamentale. Come quando cerchiamo di sforzarci nel vano tentativo di ricordare il verso di una poesia che sappiamo di conoscere, più forziamo la mente più restiamo bloccati. Forse l’unica cosa da fare a quel punto è accettare il vuoto, allora, come per magia, tutto potrebbe tornare chiaro.

“They” resta in ogni caso un film prezioso, un buonissimo debutto per una giovane regista che, con i suoi limiti, riesce a raccontare l’intimità della sua autrice e questo è, oltre che raro, sempre un grande pregio.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Figlia mia | Solo: A Star Wars Story (NO 3D) | I segreti di Wind River (V.O.) | Doppio amore | Kong: Skull Island (NO 3D) | Show Dogs - Entriamo in scena | Io sono Tempesta | L'Amore secondo Isabelle | The Happy Prince | Deadpool 2 | A Casa Tutti Bene | Morto Stalin se ne fa un altro | Il giovane Karl Marx | Famiglia allargata | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | 2 biglietti della lotteria | Fortunata | Quanto basta | Maria Maddalena | Ultimo tango a Parigi (V.O.) | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | La melodie | Van Gogh - La Grande Arte al cinema | Transfert | The Silent Man | Rosemary's baby | Tonya (V.O.) | Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse | I primitivi | Montparnasse femminile singolare | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | Manuel | The Post | Io & Annie | Le badanti | I segreti di Wind River | Ritratto di Famiglia con Tempesta | L'albero degli zoccoli | Lion - La strada verso casa | Una festa esagerata | Parigi a Piedi Nudi (V.O.) | Giù le mani dalle nostre figlie | La Tenerezza | Cosa dirà la gente | Tonya | Abracadabra | 2001: Odissea nello spazio | Visages villages (V.O.) | Puoi baciare lo sposo | Ore 15:17 - Attacco al treno | Avengers: Infinity War (NO 3D) | Visages villages | L'isola dei cani | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Loveless | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Sami Blood | Dopo la guerra | Escobar - Il fascino del male | Nella tana dei lupi | Le meraviglie del mare | Benvenuto in Germania! | Veleno | Un amore sopra le righe | Ultimo tango a Parigi | Si muore tutti democristiani | Quello che non so di lei | El Estudiante - Lo studente | La Casa Sul Mare | Oltre la notte | Tango Libre | Charley Thompson | Tu mi nascondi qualcosa | Il Tuttofare | 77 Giorni | Cezanne - Ritratti di una Vita | Ricomincio da noi | Avengers: Age of Ultron (NO 3D) | Doctor Strange (NO 3D) | Il codice del babbuino | 50 Primavere | La La Land | L'Insulto | Le meraviglie del mare (NO 3D) | Terra Bruciata! il Laboratorio Italiano della Ferocia Nazista | Rudy Valentino | Il prigioniero coreano | Il dubbio - Un caso di coscienza | Animali notturni | Io & Annie (V.O.) | A Beautiful Day | Loro 2 | Escobar - Il fascino del male (V.O.) | Benedetta Follia | Lasciati Andare | Sconnessi | Tonno spiaggiato | Rampage - Furia Animale (NO 3D) | Un fiore perenne | Avengers: Infinity War | Final Portrait - L'Arte di essere Amici | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Un sogno chiamato Florida | Solo: A Star Wars Story | Earth - Un giorno straordinario | Una Donna Fantastica | Lady Bird | Parigi a Piedi Nudi | Kedi - La Città dei Gatti | Rampage - Furia Animale | Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve | Fiore ribelle | Molly's game | They | Il Viaggio - The Journey | Bigfoot Junior | Insyriated | Il sole a mezzanotte (V.O.) | Game Night - Indovina chi muore stasera? | 1945 (V.O.) | Arrivano i prof | Made in Italy | Downsizing - Vivere alla grande | Anime nere | Solo: A Star Wars Story (V.O.) | La ruota delle meraviglie | I Feel Pretty | Il senso della bellezza | Peter Rabbit | L'isola dei cani (V.O.) | Agadah | Ella & John - The Leisure Seeker | Taranta on the Road | Ex Libris : New York Public Library | Avengers: Infinity War (V.O.) | Easy - Un viaggio facile facile | Escobar | Sherlock Gnomes | Dogman | Harry Potter e i doni della morte: Parte I | Dawson City: Il tempo tra i ghiacci | Ready Player One (NO 3D) | Loro 1 | Van Gogh - Tra Il Grano E Il Cielo | Il filo nascosto | Tutti gli uomini di Victoria | Wajib - Invito al matrimonio | 1945 | Ogni tuo respiro | Coco (NO 3D) | Caravaggio - L'anima e il sangue | Deadpool 2 (V.O.) | Nico, 1988 | The Square | Il medico di campagna | Canaletto a Venezia | Solo Dio perdona |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Mektoub My Love - Canto Uno (2017), un film di Abdellatif Kechiche con Shain Boumedine, Ophélie Baufle, Salim Kechiouche.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office

€ 2.653.615

Deadpool 2

€ 566.442

Dogman

€ 518.611

Loro 2



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: