Leonardo.it


Una lunga domenica di passioni
Ritorna Amélie, e pare di vederla muoversi per il set, con i suoi piccoli tic, le sue simpatiche abitudini.
Jean-Pierre Jeunet non rinuncia alla sua musa, Audrey Tautou, e nemmeno a tanti piccoli ammiccamenti e luoghi comuni nella sceneggiatura che tanto particolare avevano reso l'opera che lo ha innalzato agli altari della fama.
Mathilde, finita la guerra, ha saputo che il fidanzato è stato condannato a morte per auto-mutilazione. Orfana, tisica, ma testarda e determinata, andrà comunque alla sua ricerca, non arrendendosi nemmeno all'evidenza.
Uno degli incipit più serrati e decisi degli ultimi tempi caratterizzano una descrizione di rara bellezza della guerra di trincea del 15-18. Il film perde via via di mordente, ma rimane comunque godibile e appassionante/appassionato.
Jeunet, aiutato dalla co-produzione americana, arruola gli attori a lui più cari, dalla Tautou a Dominique Pinon, innestando nel suo cinema volti nuovi, come Dussolier, Marion Cotillard (già vista in Big Fish) e Jodie Foster. Preciso è anche l'intento di una nuova collaborazione con il direttore della fotografia, Delbonnel, che contribuisce a smorzare un po' i toni della vicenda con i colori caldo pastello, favolistici, con cui ci aveva già abituato.
Jeunet costruisce il suo cinema su una macchina in continuo movimento (o quasi). Si sposta, giostra su un set spesso ricostruito al computer, dando l'idea di una storia che si sta scrivendo sotto gli occhi dello spettatore, di una vicenda in fieri, della quale nulla è già stato prestabilito, predeterminato.
L'uso di una fotografia pastosa, di una sceneggiatura che, nel riadattare il libro di Japrisot, fa l'occhiolino al mondo costruito e ovattato di Amélie, le tecniche di narrazione simili, possono dare l'idea del già visto, l'idea di una sostanziale mancanza d'idee. Ma la ricostruzione storica, e le scene del fronte, sono veramente alcune delle più belle e accurate che il cinema ci ha proposto di quel periodo, e le due ore in sala trascorrono, nonostante la prevedibilità di (parte) del finale, agevolmente e senza rimpianti.

La frase: "Il quinto uomo era della leva del 1917, non aveva ancora vent'anni. Ora aveva paura di tutto: cannoni, gas, mitragliatrici, condanne a morte. Prima del massacro era diverso..."

La curiosità: Le musiche sono di Angelo Badalamenti, strettissimo collaboratore e autore di quasi tutte le musiche di David Lynch.

Pietro Salvatori

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Il Premio | Vittoria e Abdul | The Greatest Showman | Il Vangelo secondo Matteo | Mr. Ove | Reset - Storia di una Creazione | A Casa Tutti Bene | Sicilian Ghost Story | Final Portrait - L'Arte di essere Amici | Dancer | Detroit | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | L'ordine delle cose | Loveless | Mistero a Crooked House | Terapia di coppia per amanti | Vittoria e Abdul (V.O.) | Morto Stalin se ne fa un altro | My Generation (V.O.) | Marlina, omicida in quattro atti | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water (V.O.) | Ritratto di Famiglia con Tempesta | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | Assassinio sull'Orient Express | Detachment - Il distacco | Ore 15:17 - Attacco al treno (V.O.) | Baby Boss (NO 3D) | Chiamami col tuo nome (V.O.) | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | L'ora più buia | The Post (V.O.) | Zero in condotta | Adorabile nemica | Amori che non sanno stare al mondo | Walk with Me | Wonder | Good Time | Come un gatto in tangenziale | Made in Italy | Kong: Skull Island (NO 3D) | Cuori Puri | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | Monster Family | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | The Party (V.O.) | Una Donna Fantastica | La Tenerezza | Un sacchetto di biglie | Slumber: Il demone del sonno | Cinquanta sfumature di Rosso | L'Insulto | The Party | Tutti i soldi del mondo | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | 50 Primavere | San Valentino Stories | Coco (NO 3D) | It | Happy End | The Place | Il Bacio Azzurro | Black Panther (NO 3D) | L'intrusa | The Square | Il palazzo del Viceré | Corpo e anima (V.O.) | Suburbicon | L'inganno | Poesia senza fine | I puffi: Viaggio nella foresta segreta (NO 3D) | L'uomo di neve | L'uomo sul treno - The Commuter | Maze Runner - La rivelazione (NO 3D) | Napoli velata | Ella & John - The Leisure Seeker | L'Atalante | Pagine nascoste | Chiamami col tuo nome | Gatta Cenerentola | Lasciati Andare | Il vegetale | I primitivi | C'est la vie - Prendila come viene | La testimonianza | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | L'ultima discesa | My Generation | Veleno | Hannah | Benedetta Follia | Ore 15:17 - Attacco al treno | Anime nere | Finalmente Sposi | 120 battiti al minuto | Finché c'è prosecco c'è speranza | Black Panther | Nico, 1988 | Insidious: L'ultima chiave | Libere, disobbedienti, innamorate - In Between | Paradise | Mistero a Crooked House (V.O.) | Bande A Part | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | Dunkirk | The Post | The Most Beautiful Day - Il giorno più bello | Corpo e anima | Caravaggio - L'anima e il sangue | Aquarius | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Barbiana '65 | Noi Siamo Tutto | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Il senso della bellezza | Melancholia | Black Panther (V.O.) | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | Bigfoot Junior | Sono tornato | Final Portrait - L'Arte di essere Amici (V.O.) | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Suburbicon (V.O.) | Ammore e malavita | Downsizing - Vivere alla grande |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Puoi baciare lo sposo (2018), un film di Alessandro Genovesi con Salvatore Esposito, Diego Abatantuono, Monica Guerritore.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: