Leonardo.it

FilmUP.com > Recensioni > Underworld: Blood Wars
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Underworld: Blood Wars

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato05 aprile 2017Voto: 5.0
 

  • Foto dal film Underworld: Blood Wars
  • Foto dal film Underworld: Blood Wars
  • Foto dal film Underworld: Blood Wars
  • Foto dal film Underworld: Blood Wars
  • Foto dal film Underworld: Blood Wars
  • Foto dal film Underworld: Blood Wars
Dopo “Underworld”, “Underworld: Evolution”, “Underworld: la ribellione dei Lycans” e “Underworld: il risveglio”, torna sul grande schermo Selene, la protagonista dell’intera saga cinematografica. Quest'ultima è costretta a difendersi dai brutali attacchi che le vengono sferrati dal clan dei Lycans e dalla fazione di Vampiri che l’ha tradita.
Affiancata da due soli alleati, David e suo padre Thomas, deve porre fine alla eterna guerra fra Lycans e Vampiri, anche se questo significa per lei l’estremo sacrificio. Questa la trama di “Underworld: Blood Wars”, il film diretto da Anna Foerster e interpretato da Theo James, Kate Beckinsale, Charles Dance, Lara Pulver, Bradley James e Tobias Menzies tra i tanti.

Ci aspettavamo di meglio da “Underworld: Blood Wars”, a partire dalla sceneggiatura. Il soggetto è inconsistente e banale: i dialoghi al suo interno sono prevedibili, poco originali e talvolta cadono nel ridicolo. Sono frasi messe lì a caso: nel loro piccolo hanno un senso, ma se prendiamo in considerazione l’intera pellicola risultano poco incisive e accattivanti.
Un altro aspetto negativo molto evidente nel film è la mancanza di equilibrio tra le scene d’azione e i momenti più lenti, quelli volti a narrare la vicenda che poi porterà alla battaglia finale. Questo perché le scene d’azione si svolgono tutte negli ultimi trenta minuti.
È come se “Underworld: Blood Wars” fosse diviso in due: nella prima parte emerge un appiattimento generale del film, mentre nella seconda vediamo un’esagerazione per quanto riguarda l’uso di effetti speciali che, in realtà, sono stati realizzati con molta superficialità. Questo squilibrio tende a infastidire lo spettatore, perché in entrambi i casi le scene che vengono proposte risultano pesanti da seguire ai suoi occhi: per intenderci, o si vede troppo movimento o non accade nulla di eclatante da meritare grande attenzione.

È bene sottolineare, invece, che vi sono rimandi alle pellicole precedenti. Senza ‘spoilerare’ nulla, possiamo dirvi che si scoprirà chi ha ucciso un determinato personaggio e che si tornerà a parlare di una figura che riveste un ruolo importante per la riuscita di quest’ultima missione.
In linea generale “Underworld: Blood Wars” è molto prevedibile e risente dell’utilizzo di alcune idee alquanto ridicole. È evidente la mancanza di originalità che pervade l’intero progetto, ma anche la piega surreale che spesso lo caratterizza, soprattutto sul finale. Un finale a dir poco imbarazzante, visto le strategie di ‘guerra’ utilizzate per combattere gli antagonisti. La colonna sonora è in linea con la storia narrata, ma non è adeguata al ritmo con cui si susseguono i fatti in quanto troppo veloce e movimentata.
Nella pellicola, infatti, viene privilegiato un andamento lento, anche se la velocità tende a migliorare verso la fine, rendendo anche la colonna sonora meno fuori luogo. Non c’è suspance e il film non riesce a donare grandi emozioni al pubblico.

Questo a causa dei suoi interpreti i quali appaiono tutti pressoché inespressivi, soprattutto la protagonista interpretata da Kate Beckinsale. Il progetto gode però di una fotografia pulita, nella quale emergono torni freddi e colori scuri e spenti, come è giusto che sia in film basato su vampiri (diventano cenere se esposti alla luce, o almeno così dovrebbe essere).
Non aspettatevi grandi colpi di scena, ma qualcosa di imprevedibile accade: un piccolissimo miracolo (o forse due).
Infine è bene dire che la regista Anna Foerster, attraverso le sue inquadrature, ha caratterizzato con grande cura e nei minimi particolari le location che sono molto suggestive.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
La Battaglia Di Hacksaw Ridge (V.O.) | Il mio Godard | Inception | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Nove lune e mezza | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no (V.O.) | Borg McEnroe (V.O.) | Justice League (V.O.) | Terapia di coppia per amanti | L'uomo dai mille volti | Agadah | 40 sono i nuovi 20 | Manifesto (V.O.) | Le donne e il desiderio | Mr. Ove | Dunkirk | Easy - Un viaggio facile facile | A Ciambra | Vampiretto | I'm - Infinita come lo spazio | L'equilibrio | Mister Universo | Good Time | Fortunata | Dopo l'amore | Blade Runner 2049 (NO 3D) | L'altro volto della speranza | L'esodo | La principessa e l'aquila | The Brown Bunny | Parliamo delle mie donne | La vita in comune | Il colore nascosto delle cose | Cars 3 (NO 3D) | Capitan Mutanda: Il film | Non c'è campo | Barry Seal - Una storia americana | American Assassin | Saw: Legacy | La Tenerezza | Sono Guido e non Guido | Cento giorni a Palermo | La ragazza nella nebbia | Paddington 2 | Mistero a Crooked House | L'incredibile vita di Norman | Rosso Istanbul | Una famiglia | L'ordine delle cose | La forma della voce | The Place | Munch 150 | Una scomoda verità 2 | Il palazzo del Viceré | Gomorra 3 - La serie | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | It | Anime nere | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Enrico Rava - Note Necessarie | Gifted - Il dono del talento | Justice League (NO 3D) | Ritratto di Famiglia con Tempesta | La storia dell'amore | Mazinga Z - Infinity | L'inganno | Dove non ho mai abitato | Gli asteroidi | Vittoria e Abdul | La battaglia dei sessi | Paddington 2 (V.O.) | Gatta Cenerentola | The Square | Borg McEnroe | La casa di famiglia | La signora dello zoo di Varsavia | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Orecchie | La fratellanza | Elle | Un profilo per due | La Battaglia Di Hacksaw Ridge | Zona d'ombra - Una scomoda verità | 120 battiti al minuto | Slam - Tutto per una ragazza | Thor: Ragnarok | La corazzata Potemkin | Justice League | Flatliners - Linea mortale | Finché c'è prosecco c'è speranza | Babylon Sisters | Bad Moms 2 - Mamme molto più cattive | LEGO Batman Il Film (NO 3D) | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Gli sdraiati | Ogni tuo respiro | Monster Family | The Paris Opera | Thor: Ragnarok (NO 3D) | Io Danzerò | My Name Is Emily | Thor | Auguri per la tua morte | Pipì Pupù e Rosmarina in Il Mistero delle Note Rapite | Manifesto | Renegades - Commando d'assalto | Una Donna Fantastica | Kong: Skull Island (NO 3D) | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Il Vangelo secondo Matteo | Personal Shopper | L'uomo di neve | Malarazza | The Teacher | Good Time (V.O.) | Veleno | Nico, 1988 | L'intrusa | La La Land | The Broken Crown - La corona spezzata | Geostorm (NO 3D) | Loving Vincent | Noi Siamo Tutto | The Broken Key | I'm - Infinita come lo spazio (NO 3D) | Il Giardino degli Artisti - L'Impressionismo americano | Paddington | Prince - Sign O' The Times | Una questione privata | L'altra metà della storia | Il senso della bellezza | Libere, disobbedienti, innamorate - In Between | Ammore e malavita | Sieranevada | Appuntamento al parco | 150 milligrammi | Lasciati Andare | Addio Fottuti Musi Verdi |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Lola + Jeremy (2017), un film di July Hygreck con Charlotte Gabris, Syrus Shahidi, Tom Hygreck.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: