Leonardo.it

FilmUP.com > Recensioni > Vi presento Toni Erdmann
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Vi presento Toni Erdmann

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato19 gennaio 2017Voto: 5.5
 

  • Foto dal film Vi presento Toni Erdmann
  • Foto dal film Vi presento Toni Erdmann
  • Foto dal film Vi presento Toni Erdmann
  • Foto dal film Vi presento Toni Erdmann
  • Foto dal film Vi presento Toni Erdmann
  • Foto dal film Vi presento Toni Erdmann
Spesso tendiamo a prendere troppo sul serio la nostra vita, perdendo di vista il lato più bello dell’esistenza: il bisogno di emozioni, leggerezza, di prendersi del tempo per pensare a se stessi e reinventarsi per trovare quella sensazione di cui tutti sono in cerca, la felicità. Come ad esempio emerge dal complicato ma tenero rapporto di una giovane donna manager, dedita solo al successo e alla carriera, con l'eccentrico padre in “Vi presento Toni Erdmann” di Maren Ade. Quest’ultimo fa di tutto per farle tornare il senso dell'umorismo e la leggerezza della vita. Quando Winfried irrompe nella vita tranquilla e ordinata della figlia Ines domandandole semplicemente "Sei felice?", la sua incapacità di rispondere segna l'inizio di un profondo sconvolgimento. Il padre per aiutarla a ritrovare se stessa decide così di inventare il curioso personaggio di Toni Erdmann.

Doveva essere una pellicola drammatica quella diretta da Maren Ade, ma il risultato è stato per molti aspetti deludente. È evidente l’intento del regista di dare largo spazio anche alla commedia, ma non sempre tutto funziona come previsto.
Se da una parte troviamo qualche buona idea in termini di battute, dall’altra notiamo che per la maggior parte del tempo il compito di suscitare risate viene lasciato solo ai travestimenti di un uomo il cui passato e il presente sono piuttosto ambigui e di lui sappiamo ben poco, se non che ama scherzare su tutto. Questo è un elemento che a lungo andare però stanca e non aggiunge nulla al film.
Il personaggio principale, o almeno quello che dovrebbe esserlo, non è caratterizzato bene e infatti sin dal principio non si comprende il suo effettivo ruolo nella vicenda, almeno fino a quando essa non prende forma piena.

Un aspetto che lascia un po’ perplesso lo spettatore è proprio il fatto che risulta difficile capire chi sia il reale protagonista della storia.
Se dal titolo è facile dedurre che possa essere lo stesso Toni Erdmann, nel corso degli eventi vedremo che spesso il suo personaggio scompare per dare spazio a quello della donna in carriera, la figlia. Da questo si evince che Maren Ade abbia voluto concentrarsi sulla vita lavorativa di lei per evidenziare quanto la donna avesse bisogno di un cambiamento radicale nella propria vita e motivare così le assidue e assurde trasformazioni del padre. Da una parte vediamo un uomo che pare essere ‘affetto’ dalla sindrome di Peter Pan, dall’altra una giovane che non riesce a lasciarsi andare.
Una contrapposizione che alla fine aiuterà il pubblico a capire quanto possa essere forte l’amore di un padre per la propria figlia, che non solo è disposto a rendersi ridicolo agli occhi di tutti, ma riesce anche a farle comprendere l’unicità della vita e l’importanza di viverla appieno senza farsi mancare nulla. Altro tema fondamentale è la rilevanza che ha la possibilità di avere un lavoro fisso e cosa si è disposti a fare per mantenerlo. Il film mostra anche qualche scena di forte impatto emotivo (poche) sul finale.
Certamente non si può dire che il lungometraggio sia prevedibile, anche perché, appunto, è difficile comprendere del tutto dove voglia andare a parare inizialmente. Sull’interpretazione possiamo dire che Peter Simonischek e Sandra Hüller sono molto credibili e recitano con la giusta profondità i loro ruoli.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Gatta Cenerentola | La botta grossa | The Rocky Horror Picture Show | Star Trek Beyond (NO 3D) | Star Wars: Gli ultimi Jedi | La signora dello zoo di Varsavia | L'Insulto | Caccia al tesoro | Poveri ma ricchi | Due sotto il burqa | Anime nere | My Little Pony: Il Film | Amori che non sanno stare al mondo | Non c'è campo | The Void - Il vuoto | Suburbicon | Gli eroi del Natale | Coco (NO 3D) | My Little Pony Equestria Girls | Kong: Skull Island (NO 3D) | L'altra metà della storia | Paddington 2 | Le energie invisibili - Da Milano a Roma in cammino | Suburbicon (V.O.) | Ferdinand (NO 3D) | Il domani tra di noi | Super vacanze di Natale | Mistero a Crooked House | La carica dei 101 (NO 3D) | Thor: Ragnarok (NO 3D) | Good Time | The Square | La casa di famiglia | Smetto quando voglio | Sami Blood | Una questione privata | Justice League (NO 3D) | Gomorra 3 - La serie | Gifted - Il dono del talento | Ritorno in Borgogna | Due sotto il burqa (V.O.) | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | L'uomo di neve | Lego Ninjago Il Film (NO 3D) | La La Land | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Star Wars: Il Risveglio della Forza (NO 3D) | Lion - La strada verso casa | L'incredibile vita di Norman | Pipì Pupù e Rosmarina in Il Mistero delle Note Rapite | Star Wars: Gli ultimi Jedi (V.O.) | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Bad Moms 2 - Mamme molto più cattive | Lasciati Andare | Mazinga Z - Infinity | Riccardo va all'inferno | Monster Family | Poveri ma ricchissimi | Uninvited - Marcelo Burlon | La tartaruga rossa | Vittoria e Abdul | Il palazzo del Viceré | Lo Schiaccianoci - Royal Ballet 2017/18 | Le avventure di Peter Pan | Mr. Ove | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Detroit (V.O.) | Il Drago Invisibile (NO 3D) | Paterson | Una Donna Fantastica | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Borg McEnroe | Vita da giungla: alla riscossa! - Il film | Happy End | Vampiretto | Revolution - La Nuova Arte per un Mondo Nuovo | La ruota delle meraviglie (V.O.) | Emoji - Accendi le Emozioni (NO 3D) | Il Premio | Il più grande sogno | Nico, 1988 | La mia vita da Zucchina | Il Gruffalò & Gruffalò e la sua Piccolina | Detroit | Free Fire | La ruota delle meraviglie | Nut Job 2: Tutto molto divertente | Gramigna | Gli sdraiati | Finché c'è prosecco c'è speranza | The Place | Ogni tuo respiro | Ammore e malavita | Egon Schiele: Death and the Maiden | Daddy's Home 2 | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | La ragazza nella nebbia | Terapia di coppia per amanti | Assassinio sull'Orient Express (V.O.) | Veleno | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Il fascino dell'impossibile | Seven Sisters | Assassinio sull'Orient Express | Bosch - Il giardino dei sogni | Rosso Istanbul | Noi Siamo Tutto | Loveless | Loving Vincent | Ferdinand | L'altro volto della speranza | Natale da Chef | La Tenerezza | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Porto il velo adoro i Queen (2016), un film di Luisa Porrino con Sumaya Abdel Qader, Batul Hanife, Takoua Ben Mohamed.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: